ComidaDeMama

September 16th, 2007 by Elena

Cornbread mini muffins

Cornbread muffins

Overwhelming è il termine che userei per descrivere i supermercati americani. Un vero paradiso per gli amanti degli ipermercati, per me una sciagura. Troppa scelta, che esagerazione.
Cercare una farina è scoraggiante, sembra di essere in una candid camera.
Compulsando l’immensa varietà di pacchetti e pacchettini di farine mi chiedevo. “Ma la farina semplice e bianca ce la faranno ad averla oppure è troppo misera per comparire sugli scaffali?”
E mentre biasimavo l’abuso di questi mix di farine dove se potessero ti manderebbero a casa un cuoco a cucinare al posto tuo sono incappata nel Cornbread mix.
Conquistata dal primo piano di un pane di un bel giallo dorato della confezione, ho mandato all’aria tutti i miei mugugnii in nome della curiosità.
Dentro al mix trovo farina di mais bio, farina normale bio, sale, lievito normale per dolci, latte in polvere, nessuna porcheria. Devo aggiungere due cucchiai di miele, un po’ di olio, un po’ di acqua ed un uovo; poi posso scegliere se preparare 12 muffins o preparare uno stampo da brownies (9×9 pollici è il primo stampo che ho acquistato da Crate & Barrel).
Mentre cuoceva in forno sono andata a vedere su wikipedia cosa si dice del cornbread. Finalmente dopo l’enorme scelta di cibi da tutto il mondo ho trovato una ricetta che si perde nella notte dei tempi dove i nativi americani vivevano ancora in pace e tranquilli.
Cornbread è un nome generico che comprende tutta una serie di pani fatti con la farina di mais, cotti usando sia la fiamma diretta e delle pesanti padelle oppure la cottura in forno. La versione Nord americana è più dolce e la farina è gialla mentre nel Sud non c’è quasi nulla di dolce e la farina è bianca. Può essere arricchito con una varietà infinita di ingredienti. In Messico diventa piccante con i peperoncini, salsicce e le cipolle, ad esempio. In Nordamrica viene inondato di sciroppo d’acero o di miele nelle colazioni e nei brunch.
A me piace senza nulla, è perfetto per colorare qualche piatto, o tagliato e tostato come crostino nella minestra, come base per qualche farcitura e cos

Comments

23 Responses to “Cornbread mini muffins”
  1. Ciao, ti invidio un pochino, io ho vissuto in USA 3 anni, prima a New Bedford e poi a New York ormai tantissimi anni fa, e arrivavo da Dakar, dove come puoi immaginare i supermercati scarseggiavano all’epoca, non ti dico l’effetto appena arrivata nel primo supermercato, in Massachusetts. Mi ricordo ancora l’impressione che mi aveva fatto, concordo, overwhelming è l’espressione giusta, lo era già 30 anni fa.
    Ciao e Buon proseguimento

  2. Grazie Marinella, preferirei vedere un mercato a Dakar! Mamma mia, vivere a NYC non deve essere uno scherzo, ci andrò presto, ma solo in visita.
    Grazie per essere passata e buon proseguimento a te!

  3. R:ob Grassilli says

    il racconto della Celi e io in giro per il primo Kroger ad Atlanta, negli anni ’90, è uno dei nostri pezzi forti delle serate di qualche tempo fa. Poi lei faceva il suo a solo sul drug-emporium. Eh. Bacioni :)

  4. Il cornbread me l’ha preparato qualche settimana fa una mia collega di Seattle. Era la versione dolce, come accompagnamento per una zuppa di verdure. Loro lo spalmavano abbondantemente con il burro, noi abbiamo evitato, che l’assenza di burro nel cibo e’ una delle cose che piu’ mi manca del Giappone ;-).
    Se vuoi le chiedo un’opinione sul rapporto farina bianca/farina di mais.
    Buona settimana.

  5. Rob mi ricordo le foto, la prossima volta che ci vediamo vorrei sentire la storia!
    zazie, perfavore si! anche il mio cornbread è un po’ dolce, ma non troppo, solo un po’ di miele.
    Il burro è una cosa che purtroppo mi piace ma cerco di evitare. Vero che è ottimo in ogni caso con la zuppa?

  6. In settimana la incontro di sicuro e le chiedo. Si’ confermo, con la zuppa di verdure era ottimo.
    Sono lecturer in Asian Religions, ma i miei corsi quest’anno sono soprattutto sul Giappone (uno su esperienze ascetiche e “sciamanesimo” e uno su visioni millenaristiche e apocalittiche nei nuovi movimenti religiosi).

  7. sembra molto interessante, come ho detto in battuta sul tuo blog, vorrei sapere come tua mamma spiega il tuo mestiere, ma è solo una battuta ^^_^
    Devo dirlo a Nicoletta, che si interessa di sciamanesimo.

  8. E pensa che mia mamma vive in un paesino di 3500 abitanti dove tutti si conoscono, chissa’ quante volte le faranno la domanda. :-) Qualche tempo fa mi ha anche chiesto di scriverle una breve spiegazione in italiano con l’organizzazione dell’universita’ qui in NZ (division, departments ecc.), ma non l’ho ancora fatto.
    Sono un po’ restia ad usare il termine italiano “docente universitaria”, perche’ mi pare cosi’ pomposo, per me che sono qui solo da 3 mesi ^-^;

  9. ma certo che gliela faranno, quindi credo che “docente universitaria” vada bene, basta che non chiedano la materia, che quella è più complicato spiegarla ^_

  10. Alla vista son bellissimi! :-*

  11. Ciomp! Tanto per aggiungere una 2000esima ricetta on line, facciamo che pubblico la mia entro fine settimana? Intanto confermo, la proporzione è di 1 a 1. E vengono più o meno sabbiosi in base alla grana della farina di mais. Kat

  12. Ciomp! Tanto per aggiungere una 2000esima ricetta on line, facciamo che pubblico la mia entro fine settimana? Intanto confermo, la proporzione è di 1 a 1. E vengono più o meno sabbiosi in base alla grana della farina di mais. Kat

  13. io amo molto quel gusto sabbioso che dà la farina di mais. Son proprio belli qesti minimuffin sai, mi hai fatto venir la volgia di farli. Marta sarà stata contenta di portarseli a scuola. A proposito, che dice della scuola nuova?

  14. Ciao Elena, sarebbe stato un ottimo risveglio per me fare colazione con i tuoi minicornbread . Invidio un pò la tua Marta.
    Io penso che da un supermercato cos

  15. Un’attentato alla dieta, questi muffins.
    Un’attentato alla tristezza, il tuo blog :-)

  16. Un attentato alla dieta, questi muffins.
    Un attentato alla tristezza, il tuo blog :-)

  17. mi e’ venuta voglia di fare le paste di meliga,e anche i tuoi conrbread muffin, e quando sarò l

  18. Questi mini-muffin non sembrano niente male! Appena ho tempo li provo e ti faccio sapere!!
    Buona settimana
    Chiara

  19. sono diventata tortisticamente attiva. il che significa che vado popolando la cucina di torte, e che la farina ha preso il sopravvento nel reparto farinacei. bandite le merendine di ogni marca, finalmente mi do’ alla cucina. un abbraccio a voi tre.

  20. Miti, sono ottimi, anche!
    Kat, spero che tu ce la faccia a postarla, cos

  21. Francesca, hai lo stampo per i muffins piccoli? E’ anche bello fatto nello stampo dei mini plumcake Scuola tutto bene, grazie, appena posso faccio un post
    Giovanna, in effetti sono molto belli da vedere, tutti ordinati
    silvio
    ^_^ come vanno le creature?
    Susan, contaci! porta i fetti che qui la gente sferruzza in metropolitana! forse anche a milano, vero?

  22. Gnam! Interessante… (Ma sarà ogm?)
    A.

  23. Angè il pacchetto che ho preso è super biologico, pure troppo, se devo dire. il risultato è ottimo
    perec sono felice che ti sia messa a cucinare, buon divertimento! è rilassante e divertente e i tuoi team di lavoro avranno una nuova scusa per venire a fare da te le riunioni ^_^

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes