ComidaDeMama

March 25th, 2007 by Elena

Il Gioco degli Specchi 2007, Tè dal Marocco e dalla Tunisia

Tè dal Marocco- Gioco degli specchi, Trento. Lunedi 26 Marzo

Doppio appuntamento con la tradizione magrebina del té nell’ambito del festival di letteratura migrante
Il Gioco degli Specchi.

Luned

Comments

10 Responses to “Il Gioco degli Specchi 2007, Tè dal Marocco e dalla Tunisia”
  1. Che bel samovar.. e i bichieri??!! Spettacolari… ;)

  2. bellissimi bicchieri, sono sicura che sorseggiare un tè con questi crea un’atmosfera intensa.

  3. Francesca, me li sono lavata uno per uno per la degustazione di domani,
    Gourmet
    Il samovar (ma che poi non si chiama samovar, vero? lo chiedo alla signora mina tra poco) con manico in metallo — cicca cicca, una chiccheria— risale alla mia prima casa che ho avto con Marco,quasi un decennio fa–tra un po’ festeggiamo il giubileo– è molto sporco, l’ho comperato in un banchetto di signori marocchini con il vassoio a piedini tutto cesellato e ti giuro che mi sono sempre pentita di non avere acquistato di più perchè ora in giro vedo tanta paccottiglia.
    I bicchieri me li sono comperati nei vari negozi pakistani di Trento che hanno un po’ di tutto, in mancanza di un negozio magrebino in città e poi ho scoperto un bellissimo negozio marocchino a Grumo (vicino a Trento) con tajine degne di Porta Palazzo. Mi ha fatto voglia di tornare in Olanda, dove non devo chiedere a dieci persone se conoscono in zona (Grumo è piccolissima) una macelleria islamica marocchina. Però tutte erano gentilissime.

  4. Potrai fotografare i due angoli, oggi? :-*

  5. Ti fai il giro del mondo in una stanza !… ;-)

  6. comida cara, che bello! ritrovarti e essere subito accolta dall’odore del té… vado a mettere su l’acqua! :-*

  7. Non sai cosa avrei dato per poterci essere.
    Ribadisco che è una gran bella iniziativa, ti rinnovo i miei complimenti :-)
    Il tè alla marocchina è molto affascinante. Si beve in quel tipico bicchierino decorato, il “rabat”, da impugnare rigorosamente tra pollice e indice.
    Dovrebbe essere il gunpowder il tè utilizzato per il rituale marocchino e la teiera è esattamente come quella che hai fotografato, d’argento o smaltata.
    Del tè in Tunisia invece cosa hai scoperto?

  8. Buon giorno cara Comida, grazie per essere passata dal nostro blog, e’ per noi un grande onore avere trovato un tuo commento. In questi giorni, vi sono stata molto vicina, con la mente e con il cuore, il te’ fa parte delle mie passioni, e dove c’e’ il te’ e’ facilissimo trovare Heidi. E chissa’ che in uno dei miei viaggi tra Firenze e Monaco di Baviera (per lavoro), mi riesca di fermarmi a Trento a visitare il Castello del Buon Consiglio ed a sorseggiare una buona tazza di te’, insieme alla cara Comida? Tutto puo’ accadere.
    Cari saluti e un abbraccio.

  9. ciao Comida, nel mio forno c’è il tuo mostro. ^__^
    ti faccio sapere più tardi come è venuto.
    un abbraccio
    yuki*
    p.s. il mostro sono i muffin papavero-limone di Fiordizucca trasformati in torta da Vaniglia e da me in ciambella (per mancanza di altre tortiere, non tanto per vezzo creativo)
    ciao!

  10. Elena il mostro è una delizia
    ho fatto un paio di modifiche, domani le posto ^_^

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes