ComidaDeMama

October 16th, 2006 by Elena

Belle speranze

Premesse I e II.
I
Marta adora ricevere fiori, non che li riceva spesso, ma li apprezza molto.
In particolare mia zia Caterina arriva sempre il 24 dicembre, al mattino, con un bouquet di fiori bellissimi, uno per Marta e uno per mia mamma, dato che è il loro compleanno. Un anno un mazzolino di violette, l’anno successivo delle roselline bianche, gli anni a seguire altri fiori. Data la passione di Marta per le roselline abbiamo avuto parecchie roselline. Siamo a cinque bouquet, sta per arrivare il sesto. Marta conserva gelosamente gli ultimi due, sono transitati in Olanda, in Italia, sempre nei suoi giochi, ormai secchi e privi di fiori e l’ultimo è qui in casa. Guai a proporre di buttarlo via.
II
Un giorno particolarmente ventoso di settembre è dal ciel disceso un tralcio di geranio, rosso fuoco. Marta ha indagato sulla sua fine, sembrava cos

Comments

42 Responses to “Belle speranze”
  1. ^____________^

  2. tesora :)

  3. tenera.
    detto questo, marta mi sorprende. credo sia il primo essere umano sotto i 18 anni ad apprezzare gli orrendi, puzzolentissimi gerani.

  4. essa è un genio, piccolo e in gonnella. la perfezione, tascabile.

  5. …oddio mi commuovo.

  6. che animo gentile! anche io adoro i fiori! un bacino dalla zia.

  7. Typesetter ^_^indeed
    pm10 verissimo
    delio, guarda io li detesto ancora adesso, ma quel rosso era bello
    perec assolutamente esatto, forse non troppo tascabile
    cabiria, mi sa che le regalerò presto un mazzolino di roselline
    iuma, permetti di dire che tu sei una super esoerta, mi ricordo la descrizine del tuo primo giardino siciliano, era da favola :)

  8. Si può dire?
    Di tutti i fiori che avete in casa, quello l

  9. certo che si può dire. Ieri Marco ha chiesto spiegazioni a Marta sul perchè avesse messo il bouquet nel vaso e lei lo ha guardato:
    “Ma non sai? La nonna dice che basta tagliare bene in basso e via che ricresce”
    Complicatissimo stare seri.

  10. verissimo…certe volte è la cosa più difficile restare seri. ;-)
    Ieri mattina la bassetta si muove intorno al nostro letto con circospezione, indicando il padre mettendosi un dito sulle labbra e dicendo SHHH! Domme! poi si avvicina al termosifone accanto alla testa del padre e dà un botta incredibile facendo un frastuono d’inferno e accompagnando con la voce..DENNN!
    diciamo che al dottore è stato più facile restare serio…

  11. salve, signora comida. posso avere una foto di marta da stampare e mettermi in ufficio? tanto per avere ben presente per quali menti si lavora, in realtà. di loro son geniali, se poi mostriamo loro cose intelligenti, forse vengono meglio di noi!

  12. Commentavamo oggi con la mia collega, a cui ho attaccato la passione per i blog, che tua figlia sembra una bambina da telefilm. Di quelle simpatiche, però, che son le più rare.
    Un saluto
    Chiara

  13. Marianna says

    Come ti capisco: anche la mia bimba è un animo gentile che si commuove per la sorte dei fiori. Uno dei scenate peggiori che io ricordi è stato qualche anno fa tornando dall’asilo quando abbiamo trovato un giardiniere del comune intento ad estirpare fiori ormai appassiti da un’aiuola vicino a casa per piantare qualcos’altro.
    “E dei fiori che toglie cosa ne fa?”
    difficile mentirle visto il grosso sacco nero della monnezza mezzo pieno l

  14. cabiria: ehheheheh mi immagino la scena
    perec: bien sur! come la vuoi? te ne spedisco alcune

  15. chiara, a volte non racconto, ma le sue uscite sono fenomenali. E’ come avere una piccola Mafalda in casa, solo che io NON sono la mamma di Mafalda, grazie al cielo! ^_^

  16. Arianna, che bello sentire di un’altra bambina cos

  17. una cosa poco posata e molto da smorfietta! ci sono anche le foto delle inquilinine che son bellissime e c’è la foto di livietta di cabiria che è una forza…

  18. ti ho scoperta per caso, una decina di giorni fa. abbiamo alcune belle cose in comune, ed è curioso: il nome, l’amore appassionato per le arti culinarie e una sensibilissima figlia femmina nata il 24 dicembre (ma per noi arriverà il settimo). credo proprio che ti seguirò, peccato tu viva a trento, mi piacerebbe affabulare con te tra i fornelli…

  19. perec, ok, l’hai voluta tu!!!
    ^_^

  20. ti pare che marta abbia foto posate? ^_^

  21. Ciao Elena, grazie per essere transitata da queste parti! sette figli, complimenti, quanti anni hanno?
    Io ho solo Marta.
    Spero di scambiare ricette e commenti da queste parti con te, dato che siamo lontane per cucinare insieme.
    A presto.

  22. Arrivo qui dal Blog di Cubanite… per il fatto soprattutto che sei stata in Olanda (io ancora ci abito dopo dieci anni). Mi sono letta d’un fiato tutti i tuoi post sull’argomento e viste le foto… e quanto mi ci ritrovo in quel che scrivi!
    Ti manca l’Olanda? Io mi sono un po’ stufata di stare qui e vorrei davvero tornare indietro o andare da un’altra parte. Sono stufa del grigio.. e anche un po’ degli olandesi cosi’ inflessibili. Io abito a Den Haag, probabilmente molto piu’ noiosa di Amsterdam e notevolente piu’ piccola.
    Riguardo al post di oggi… certo che i bambini sono assolutamente imprevedibili e molto determinati.
    Un abbraccio
    Elisabetta

  23. Chevere
    che bello, ho letto veloccima alcuni post e mi viene la malinconia, anche delle cose brutte
    tipo l’AGENDA e le tre settimane di anticamera per avere un appuntamento
    torno con più calma e bentrovata
    rimani in Olanda che in Italia è un casino

  24. caspita che pollice verde, la piccola biondiona|Noi da tempo abbiamo rinunciato alle piantine…i simpatici vicini del piano sopra la nostro, ci rovesciavano spesso le loro monnezze…vita da condominio…bah! bacioni a voi tre.

  25. ma no! sette figli?! mi sarei già fatta legare le tube! gaia compie sette anni, di figlie ne ho due, sole di quasitreanni e gaia di quasisette. per essere onesta, ho anche una cagnina di 5 e un gatto di 2 (mesi). e un marito. vecchitto ma adorabile (del resto, sono una terza moglie, se non avesse già tirocinato abbastanza sarebbe imperdonabile…). grazie per avermi dato il benvenuto e siccome ti sono grata ti ricompenso subito con una ricettina molto facile ma che di solito piace moltissimo e tutti ed è perfetta per le merende delle nostre principesse, cioè i BISCOTTINI OLIVE E PARMIGIANO!!!
    Ingredienti
    150 gr. di farina
    80 gr. di burro (anche un filo meno)
    80 gr. di parmigiano grattugiato
    una decina di olive verdi snocciolate (anche qualcuna di più)
    un uovo
    Metti tutti gli ingredienti sulla spianatoia e amalgama velocemente come per una frolla. Fai riposare in frigo per almeno una mezz’oretta poi stendi la pasta alta circa mezzo centimetro e ritaglia in forme a piacere. Cuoce in forno a 170

  26. mammina, anche noi abbiamo ogni tanto della polvere sinistra sul basilico, credo non dal ciel discesa. <ma abbiamo degli ottimi vicini di casa
    elena, oggi non ho tutti gli ingredienti, ma domani o domenica li faccio .
    Ho riso mezz’ora per le tube legate. Marco arriva da una famighlia numerosa e ho un amico con nove fratelli (alla fine, per una via e per l’altra ne ho conosciuti tre di fratelli e sorelle di quelloa famiglia) a presto e con foto

  27. decisamente ^__^
    cosa le avete detto poi per spiegarle che la terra fa miracoli, ma non troppo?
    ah, fra l’altro…buon diwali!

  28. yuki!!! grazie buon Diwali anche a te!

  29. Miss E., ho pubblicato a proposito dell’incursione a Trento. nei luoghi consueti. Baci a te, fiori a me ;)

  30. elena carissima, ti manderei volentieri foto nostre ma, una volta scaricate sul pc dalla camera digitale, non sono capace di ridurle di dimensione. quello che accade è che allego delle foto in formati che basterebbero per tapezzare la mia cucina e che basta che ne alleghi una per intasare i computer della nasa. tu sai certamente suggerirmi una soluzione, visto che hai nel blog delle foto (peraltro belle, oltre che di dimensioni umane). ‘notte, vado a leggere il libro di Concita De Gregorio. merita veramente.

  31. grazie roberto ho letto il post ed era super
    elena, mmmmmmmmmmmmm non hai un programma per ridurre le immagini che vuoi mandare? tipo Photoshop (ormai lo danno gratis nella versione ridotta ogni volta che acquisti una stampante)
    Oppure ti iscirvi gratis a flickr e poi le scarichi l

  32. Sono arrivata qui per caso… La tua Marta a tratti ricorda molto la mia Sofia: penso che la nuova generazione sia molto più sveglia della nostra… Ho degli amici che dall’Olanda sono tornati in Italia e, come mi pare di capire da ciò che ho letto, sentono nostalgia come te… Sinceramente, non pensavo che in Olanda ci fossero cos

  33. viv, benvenuta! che bel nome Sofia. Non so se siano più svegli ma sicuramente hanno più sollecitazioni queste creature.
    Conosco molte famiglie giovani che si spostano per lavoro, noi continueremo a spostarci, visti e permessi permettendo, il prossimo anno , ma torneremo a Trento.
    E’ faticoso, ma si imparano tante cose.

  34. Il grigio fa fine e non impegna, hai perfettamente ragione… Però dalla Toscana a Milano è davvero un salto incredibile…
    Grazie per il sorriso, ricambio di cuore
    V.

  35. Noi, invece, spero che ci fermeremo qui definitivamente. Non sono portata per il nomadismo, anche se è vero che si imparano un sacco di cose e, quindi, per una curiosa come me sarebbe davvero meraviglioso. Ma sono dell’idea che per l’indole che ha Sofia sia meglio avere un punto fisso: è molto legata ai luoghi, non ha certo preso la mia frenesia. Lei è la classica bambina che tiene tutto, anche le etichette dei vestiti, non butta via mai nulla. L’anno in Toscana l’ha vissuto, tutto sommato, bene: ma tornata qui, vicina ai suoi nonni ed agli amici, è davvero rifiorita…
    Baci
    v.

  36. viv lo immagino , in bocca al lupo per l’inserimento a MIlano, ma se Sofia sta bene è già mezzo lavoro fatto.
    E ci teniamo in contatto
    Milano ha tante cose belle da proporre oltre al grigio
    Mi piacerebbe portare una volta Marta a Brera a vedere se fanno ancora i laboratori d’arte per bimbi come li faceva Bruno Munari.

  37. Casa mia è casa tua. Quando vuoi venire a fare un giro da queste parti con la tua piccola, non hai che da dirlo. Sai qual’è il colmo? Che qui a Milano non sono riuscita nemmeno a trovare una scuola di teatro per la piccola, mentre dove eravamo avevo anche trovato il laboratorio d’arte, tenuto proprio da un’allieva di Munari. E la città in cui vivevamo era piccola piccola…
    Sigh…
    :)

  38. ciao ragazze ^__^
    scusate se mi intrometto…
    Viv magari ci avrai già pensato ma..hai provato con la piccola scuola di circo? non è esattamente teatro ma..il fondatore e maestro è quello dell’albero azzurro…beh, è la cosa più creativa che mi è venuta in mente in questa grigia città!
    è vero che il grigio è sobrio e mette in risalto gli altri colori…ma quando anche le persone sono grigie, come si fa?
    (una risposta potebbe essere: viva i bambini!!)

  39. viv anche qui a Trento siete le benvenute. Ma sappi che odio i mercatini di Natale quindi se venite in quel periodo ci andate da sole :O)
    Sono sicura che ne troverai, di scuole di teatro, devi avere pazienza
    hi yuki! bella la scuola di circo, bella idea

  40. La scuola di circo è un’idea carina… Mi informerò… Per quanto riguarda le scuole di teatro, ne ho trovate in quantità, ma tutte davvero spropositatamente care… :|
    La buona notizia, se buona è la parola giusta, è che ho trovato lavoro: per il primo mese sarà full time, ma pare che dal secondo – in caso di assunzione – ci sia la reale possibilità di farlo diventare part-time. Il punto, però, è: se pagano 800

  41. Brava, intendo per avere trovato un lavoro. Fa bene alla salute. Noi siamo a Trento sicuramente fino al 9 di giugno, poi non so effettivamente la nostra sorte. Mano a mano che si avvicinerà questa data avrò più certezze ed elementi.
    A presto!

  42. Bhè, da qui al 9 giugno, abbiamo tempo… :)
    Grazie per il “brava”, ho bisogno di incentivi… :)
    Baci

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes