ComidaDeMama

September 6th, 2006 by Elena

No, sai perchè VOI in Trentino s

Marta inizia scuola il mercoledi 13 settembre.
Fino a cinque minuti fa non ho avuto segno di vita da parte della scuola. Ovviamente se si escludono le mie telefonate e le mie comparse in segreteria.
Ho davanti una lettera in cui si definiscono le date di inizio e gli orari dei primi giorni. Già, con due giorni che non corrispondono al numero del mese. Quale sarà quello giusto? Con la testa che ho io va a finire che faccio una bella insalata.
In Olanda sei mesi prima dell’inizio della scuola si fa una riunione cos

Comments

12 Responses to “No, sai perchè VOI in Trentino s”
  1. benvenuta nel magico mondo della scuola italiana !
    bacetti alla futura scolara
    Chiara

  2. grazie chiara, non partiamo con il piede giusto
    proprio per niente
    ma cavoli almeno rileggere il testo?

  3. non tutte le scuole italiane sono cos

  4. Beatrice says

    Io invece preferisco la scuola italiana a quella olandese, opinione basata sulla mia esperienza personale, sulle storie di ben 10 nipoti che ho l

  5. La scuola europea è concepita come “luogo” in cui la conoscenza viene trasmessa con l’aiuto di un “ambiente” costruito attorno ai pargoli.
    La scuola italiana è concepita come “terreno” dove far rivivere l’epica battaglia per la conoscenza, “nonostante” l’ambiente che ti costruiscono attorno.
    Le date sbagliate non sono che il primo squillo di tromba.
    (C’è da dire che chi sa combattere, alla fine ne esce con una spina dorsale intellettuale solida, mentre i genitori passeranno il resto della vita a vantarsi in pubblico di avercela fatta!).
    Un abbraccio alla ragazza!

  6. Torno da poco da Amsterdam, e leggo nel tuo blog molti racconti di vita l

  7. beatrice e mammina
    mica ho detto che tutte sono cos

  8. abbracci alle tue di ragazze, silvio!
    francesca. Eh, l’Olanda ormai mi sembra lontana. Amsterdam ci manca molto. D’accordo con te, è bella nei piccoli particolari. L’uniformità della sua struttura ti obbliga a cogliere le piccole cose. Mi manca in questo periodo passeggiare all’Hortus con i miei amici.

  9. Cara Elena, purtroppo non ho un metro di paragone per poter giudicare il comportamento della scuola di Trento dove Marta sarà accolta la settimana prossima, non avendo bambini.
    Qui a Torino, so che le scuole informano i genitori , scrivendo lettere su lettere e affiggendo avvisi in bacheca che possono essere consultati dai genitori..e in alcuni istituti le mamme possono affiancare i bimbi nell’approccio scolastico = terrore..almeno per il primo giorno.. :-)
    Un abbraccio!

  10. In compenso, Comida, gli insegnanti italiani dedicano interminabili sedute e conversari -anche nel corso di cene con pazienti amici- aventi ad oggetto beghe di carriera e piagnistei di graduatoria e sindacato. Ogni volta che sono a cena con amici insegnanti a me ed agli altri ( che ci asteniamo, per tema di annoiare, dall’intrattenere i commensali su vicende a volte non disprezzabili del nostro lavoro ) tocca assopirci per ore durante sproloqui su vicepresidi, supplenze, orari etc. Il tutto senza mai un riferimento di un secondo su didattica e contenuti nè vita reale della scuola e dei discenti, tant’è che una volta è saltato fuori che un loro ragazzino di una scuola di Bari minacciava i compagni, nel corridoio, con una pistola. Dall’eroico corpo insegnante non è stata chiamata la polizia…

  11. Per esperienza personale ho imparato a temere piu’ i genitori (soprattutto quelli che loro si sanno come dovrebbe funzionare la scuola) che i docenti demotivati e un po’ seduti.
    Non vorrei sembrare disfattista ma riuscire a stimolare un docente a fre quello che non farebbe di suo e’ un po’ come far fare i compiti ai propri figli quando non ne hanno voglia (chi ha provato questa esperienza sa cosa voglio dire).

  12. comidademama says

    gourmet ciao cara, scusa se non riesco a mettermi in contatto diretto con te, sono un po’ nelle curve
    milton mamma mia, almeno quest’anno Marta non vedrà pistole in classe, non sono certa il prossimo anno se e quando frequenterà negli USA :/
    paolo per ora i genitori che ho incontrato e che condivideranno questo inizio mi sembrano tutti umani. Lunedi li vedrò tutti. Ti farò sapere del seguito, hai ragione, mi sa che il rito di passaggio è più per me che per Marta. Tot Kijk

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes