ComidaDeMama

June 15th, 2006 by Elena

Scusi, per Starbucks?

Marta sta passando qualche settimana al mare vicino all’incantevole Bolgheri con nonna, ziii e ben tre cuginette.
Io invece sono reduce da due giorni a Milano densi di novità e di nuovi spunti di riflessione.
“Scusi, mi sa indicare il più vicino Starbucks?”
Due giovani signore asiatiche mi fermano in Piazza San Babila.
Non capisco. E pure il loro inglese era ottimo. E’ che Italia e Starbucks proprio non riesco a collegarli.
Gentilmente mi ripetono la domanda, con quella pazienza che lo straniero accorda al solito italiano incapace di parlare l’inglese. Ma questa volta capisco che veramente vogliono andare in uno Starbucks. E mi viene da sorridere.
“Sono desolata di annunciarvi che in Italia non ci sono Starbucks e, credetemi anche a me piacerebbe ci fossero perchè ovunque io sia andata ho sempre bevuto un buon cappuccino. L’espresso no, forse non c’è nemmeno non ricordo, ma che cappuccino. Perfino a Tokyo! E poi le grafiche e la cura nell’ambentazione…”
Sventurate, pensavo, ora vi faccio un monologo su ciò che non potrete avere.
Il mio peane in onore di Starbucks è quasi terminato e nel frattempo mi mulina in testa un’idea.
Dico loro che comunque il caffè in Italia è molto buono, che ne abbiamo di vari tipi.
“Certo, ma non sappiamo ordinarlo! Se io volessi un caffelatte * cosa chevo chiedere?”
Ho dato un’occhiata all’orologio. Erano le 16 e avevo ancora due negozi indiani da verificare. Stavo cercando lo stampo per idli per una signora che mi ha scritto una email qualche giorno fa. Mass

Comments

14 Responses to “Scusi, per Starbucks?”
  1. Se non conoscessi la comida non ci crederei, ma conoscendola posso dirvi, anche senza aver assistito alla scena, che e’ tutto vero.

  2. Ma certo che è vero, mon amour.
    Mi ha colpito la fiducia delle due signore nel seguirmi. Beh io ho una faccia raccomandabile, questo è vero.
    Ho anche detto loro che vorrei che facessero anche con me cos

  3. lei e’ fantastica. e bisognerebbe – anzi no SI DEVE – decisamente imparare da questa donna. :)

  4. susan! mi sono scordata di chiamarti, ho avuto delle giornate abbastanza piene di cose da fare.
    Tra cui comperare il coltello di ceramica a RdM per le nozze. Ed ero super assorbita nei miei pensieri.

  5. tramquilla, elena, quando ho letto il tuo post ti ho immaginata affogata nelle commissioni da fare.
    facciamo in modo di vederci. venite al matrimonio di marta ed emanuele?

  6. si! ci sarà anche Marta.

  7. Sei fantastica, lo sai vero :-)

  8. Troppo buona, non sono più abituata a non spiegare dove vivo a qualcuno. Ad Amsterdam era un continuo. A Trento, beh a Trento. Oh, a Trento. OK, vado a piangere in bagno.
    ^__________^

  9. Sei una donna stre/pi/to/sa!!
    Bacioni
    ;-)

  10. Farò finta di soprassedere sul fatto che sei venuta a Milano senza fare nemmeno uno squillino di telefono… :-D
    Poi capita che una frase di un post ne tiri fuori un altro che era l

  11. meraviglia

  12. Starbucks ha fregato il nostro prodotto migliore e lo vende all’estero come italiano che italiano non è!!!come la pizza che fanno all’estero da non italiani!!!Ci ha derubato e storpiato un prodotto nostro!!in quanto alla qualità è tutta da verificare.Il capuccino di Starbucks non è il nostro cappuccino!

  13. che brava! io sono abbituato a sentirmi dire :”scusa non ho tempo!”…comunque a me piacerebbe avere gli starbucks in italia. Se poi a uno non piacciono non ci và…

  14. che brava! io sono abbituato a sentirmi dire :”scusa non ho tempo!”…comunque a me piacerebbe avere gli starbucks in italia. Se poi a uno non piacciono non ci và…

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes