ComidaDeMama

April 19th, 2006 by Elena

No, grazie, il caffè mi rende nervosa

Beh, abbiamo cenato a casa delle prime persone in assoluto che io abbia conosciuto qui a Trento. Una coppia di neozelandesi, conosciuti sul treno Verona- Trento a settembre, la prima volta che volai da Amsterdam per cercare casa. Loro tornavano a Trento dopo essere stati in vacanza negli USA. Il treno era in ritardo e abbiamo fatto amicizia. Ci siamo rivisti e incontrati in città spesse volte e ci siamo trovati a casa loro con un ragazzo argentino e Devendra, il mio amico indiano.
Ho portato vino bianco, coconut burfi e la variante al sesamo del cashew sweet, prototipi dei miei lavori utilizzando i prodotti del commercio equo e solidale. Quando Devendra ha visto il dolce al sesamo mi ha subito detto che sua nonna glielo faceva sempre e lui faceva di tutto per averne un pezzetto in più del limite consentito. Gli ho chiesto se non fosse meglio diminuire la concentrazione di sesamo “Assolutamente no”.
Quindi posso postare la ricetta con l’imprimatur di un appassionato del sesami tikki.
Dato che incautamente ho accettato mezzo litro di caffè e ora sono le tre e mezza e non riesco a prendere sonno vagherò come un’anima in pena per la casa alla ricerca della tutina nera da danza di Marta. Che s’è persa per l’ennesima volta. Dove diamine è questa volta?

Comments

5 Responses to “No, grazie, il caffè mi rende nervosa”
  1. Noi abbiamo la variante “ricerca disperata del costume da bagno”. Tutti i gioved

  2. abbi fede la tutina verrà fuori, sarà seppellita sotto qualcosa di rosa, magari l’ha tinta e non la riconosci più!
    non ti preoccupare non vincerai il premio per la mamma più svampita, hai troppe concorrenti in famiglia …
    ciao un abbraccio grosso alla danzatrice e a te
    p.s. mi sa che per il 25aprile non ci incroceremo, noi dovremmo scendere a pisa, a ginevra spiace molto non vedere la marta, quando ripassate di qua?
    sia mai che ci decidiamo ad arrrivare fino aTrento, ma mi sa che siamo troppi e troppo urloni …
    bye torno la lavoro
    baci chiara

  3. Non è che per caso la tutina di Marta l’ hai lavata?
    Le lavatrici hanno il brutto vizio di far sparire le cose, credo se le mangino! Sapessi quanta roba non mi ha fatto più ritorno da quell’ oblò: calzini, magliette e addiritura una spilla…

  4. CV, sicuro che non lo vinco.Oggi io e un’altra mamma siamo andate a scuola di danza ed era chiusa. Me ne ero scordata. E Marta gira da una settimana con scarpe che le fanno male, ma oggi ho rimediato trovando finalmente un bel modello di scarpa che non costasse 80 euro
    franci anche la mia lavatrice ogni tanro mangia le cose e poi stinge pure
    Chiara! Che piacere sentirti qui, non mi capacitavo che fossi veramente tu. Venite a trovarci, ma in giugno quando sarò meno incasinata. Marco viaggerà molto in giro per il mondo e noi staremo un po’ più al largo. Che dici?
    Per la tutina, Marta si cambia in uno spogliatoio micro sbraitandomi nelle recchie come del resto tutti gli altri bambini e io ho sempre fretta di andarmene, fosse anche con Marta in mutande. Probabilmente l’ho lasciata l

  5. ;-)
    Cara Mamma.. la tutina verra fuori solo dopo che……. ne avrai comprata un’altra!!! :-)
    Io il caffè lo posso bere fino alle ore 17..se no poi morfeo, abbandona il campo ed io vago come uno zombie per tutta la notte, proprio come te!!
    Notte cara..

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes