ComidaDeMama

April 8th, 2006 by Elena

Amsterdam

Eccomi di ritorno dalla mia città.
Sono partita con una valigia piena di italianse delicatessen per gli amici e sono tornata con un carico di regali per Marta, libri per me, una purea di pepe verde e arancia amara giapponese (quella che è rimasta dato che l’ho condivisa con Priya e Simona e ce la siamo mangiata pura all’uscita dell’Asian Film festival), una risma di alghe nori che userò finchè campo, gelso secco e acqua di rose per alcuni piatti iraniani di cui ho preso appunti da Priya mentre mi spiegava cosa ha preparato la nostra amica colombiana.iraniana per celebrare il capodanno iraniano qualche settimana fa.
La mia testa delineava tragitti da percorrere nella città, ma le gambe mi hanno portato da tutt’altra parte. E sono finita a rivedere i canali, l’Amstel, nello Jordaan dove ho vissuto per un anno, ho visto non molti amici, ero molto pensierosa. Ho dormito pochissimo e ho anche lavorato un po’. Ma scrivere email e telefonare con davanti Herengracht è lusso.
La promotie del nostro amico Erik è stata emozionante. Orto botanico di Leiden, meravigliosa location per discutere la tesi di PhD.
Priya, Simona, Mayura agitatissima per il suo cortometraggio presentato il giorno dopo all’Asian film festival e Suzanne abbiamo cucinato nella casa di Saraju.
La cucina era piccola e quindi abbiamo tagliato tutte le verdure sedute per terra, inginocchiate, a ciaccolare e tagliare verdure. Si è riso e si è anche pianto, sul serio. S’è pianto molto perchè c’era da piangere, niente di irreparabile, ma ugualmente doloroso. Ma lo stare insieme ci ha fatto bene e si è anche riso e scherzato mentre preparavamo le pietanze. Fino alle tre della mattina con visione degli ultimi film bollywoodiani acquistati da Sarajiu. Ho imparato alla svelta che non posso ironizzare sulla mancanza di stile degli interpreti maschili.
La nostra ospite è di Orissa e ha preparato una cena incredibilmente abbondante e sostanziosa, in stile marahasta, in onore della nostra regista Mayura.
Normalmente quando cucino per un catering io non mangio molto e certamente non seguo orari precisi, ma proprio per via della cura messa da Saraju nel preparare nessuno di noi –e tanto meno io–ha osato tirarsi indietro e cos

Comments

13 Responses to “Amsterdam”
  1. Bentornata! Mi chiedevo sempre perchè la cucina delle mie parti, che prevede l’utilizzazione di quasi tutto ciò che si trae dal mare, ignori le alghe. Certo, dato il pesante inquinamento odierno, forse per il momento è un bene che sia cos

  2. Ciao Elena ben tornata! E’ bello rivedere la città che ami e gli amici a cui vuoi bene dopo tanto tempo! Sono proprio contenta per te! Un abraccio
    Francy

  3. bene, bene. bentornata. Se tutto va bene noi si andrà nella città della diga tra un mesetto. Il primo viaggio della bassetta. Anche io non vedo l’ora di farmi un giro per il Jordaan.

  4. piena di emozioni, come sempre. ti ho mandato una mail, perché il tuo sari non la piantava di sventolarmi davanti agli occhi.

  5. Milton, ti spedisco parte della mia risma di nori se vuoi. Su flickr ci sono già tre fotografie dell’evento, ma ne devo mettere altre
    francyc grazie, sei molto gentile
    cabiria :O) devi andare da kitsch kitchen in Rozengracht a prendere un cappellino buffo per la piccola!! http://www.kitschkitchen.nl/
    se hai tempo magari puoi fare un salto all’english playgroup domenicale di Rozenstraat, per pasqua fanno sempre la caccia agli ovetti. Marta adora quel posto, l’ambiente è bello e sicuro e i genitori sono interessanti.
    perec grazie, per tutto la tua email mi è arrivata e ti ho risposto

  6. Arieccoti! Bentornata col tuo carico di storie, risate, esperienze, pianti, sapori, profumi, immagini. Guarda che mica solo in Olanda si sente la tua mancanza !
    :-)

  7. ciao ragazza del mondo. Bentornata. Bacioni alla murena bionda che colora epastroccia con colle ecc.

  8. grazie, comida, sei sempre gentilissima, ma forse per la fine del mese sarò riuscito a procurarmi una risma di alghe anch’io.

  9. silvio, grazie mille, ce lafaremo mai a incontrarci?
    mammina: eh, ciao mammina bentrovata
    milton: biglietto per Londra? :O)

  10. Sabato ho cucinato per la prima volta il budino di riso (credo si chiami kheer). La prossima volta vorrei tentare qualcosa di salato, cosa mi consigli di non troppo complesso? :-)

  11. Comida, mi leggi nel pensiero! :-)

  12. Elementare, Milton :-)
    verrei volentieri a fare un giro con te, ma ti dirotterei nei negozi di thali e katori.
    Enjoy! E facci sapere se provi qualche nuovo locale.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes