ComidaDeMama

March 1st, 2006 by Elena

Onigiri di Tomoko

onigiri made by my new friend TomokoQueste settimane sono dense di nuovi impegni lavorativi e faccio molta fatica a scrivere. Marta poi usurpa la mia postazione per giocare alla BBC e non posso negarle un po’ di sano svago. La televisione continua felicemente a non far parte del nostro arredo di casa. Tra pochi minuti manderò le immagini scattate delle trofie San Lorenzo a Tomoko cos

Comments

6 Responses to “Onigiri di Tomoko”
  1. Mi chiedevo guardando il blog della buona Tomoko…
    Per caso lei e’ in grado di preparare l’umeboshi maison? Ma soprattutto… ha per caso felicemente importato in italia delle belle piantine di shiso?
    (si hai raggione, potrei chiederlo a lei direttamente, ma in italiano stonerebbe sul suo blog)

  2. Guarda, io potrei portare dei semi di shiso dal giappone, dicono che crescono facilimente in un vaso. l’umeboshi maison sarebbe ‘Ume in salamoia’? Mia madre lo fa a casa,invece io ogni volta che torno in giappone metto in un contenitore e me lo porto sempre in italia.

  3. grazie tomoko, anche a me piacerebbe avere i semi, ma temo tu debba verificare quali sono le resttrizioni di importazione. Non so se li puoi portare in Europa, ma forse la perilla si, non lo so. Potessi mi piacerebbe coltivare un orto giapponese con le erbe aromatiche e le verdure, epoi ridurre la radice di wasabi in purea usando pelle di squalo come nel libro che mi hai fatto vedere ieri, ehhhhhh, pura utopia.
    In ogni caso ho conosciuto un vivaista specializzato in piante aromatiche che ha anche piantine di shiso (nome botanico Perilla frutescens).
    link alla schedaa botanica con il nome in tutte le lingue
    http://www.uni-graz.at/~katzer/germ/generic_frame.html?Peri_fru.html

  4. A occhio e croce direi che e’ illegale importare i semi. Ma una mia amica si e’ portata in giappone tonnellate di semi di zucchini pomodori insalata peperoni fagiolini etc etc e ora sua mamma se li sta felicemente coltivando a hiroshima (e lei non e’ stata sgamata). Il wasabi fresco dev’essere una delizia, si. Ma anche le salse di rafano nostrane non sono male (commento del tubo, e’ solo che mi e’ venuto in mente “boooono il rafano”).
    L’ume si usa soltanto per l’umeboshi, no?
    Io ho un ricettario dove si suggerisce di usare albicocche acerbe come surrogato dell’ume per preparare l’umeboshi (ume in salamoia, si).

  5. no, c’è un albo delle cose che si possono esportare, ma non so bene come accedervi. In Olanda poi ci sono speciali pacchi di bulbi (prego non fare battutine sul tema che mi innervosisco) speciali per USA ed altri Stati di cui non ricordo.

  6. Sto cercando dei semi di shiso, chi mi può aiutare?
    Grazie
    Enrico

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes