ComidaDeMama

August 5th, 2005 by Elena

Fior d’agosto della signora Tortone, un ottimo dado vegetale fatto in casa, ovvero come usare bene le nostre verdure dell’orto

Breve vacanza a Savigliano con Marta, fa caldo, i pomodori dell’orto di mio zio sono commoventi, stiamo bene.
La mia vicina di casa qui in Italia, la signora Tortone, è una cuoca eccellente.
In questi giorni mette in conserva le cose e le ho chiesto se potevo assistere perchè nella mia famigia nessuno mette più in conserva nulla.
Ieri ha iniziato a preparare il fior d’agosto, che consiste in una miscela di verdure ed erbe aromatiche tritate finissime messe sotto sale, successivamente trasferite in piccoli vasi di vetro. Per tutto l’inverno quindi la punta di un cucchiaio di questo preparato aggiunto nelle carni o nei sughi sostituirà il dado.
Non è complicato, io credo preparerò metà della dose qui indicata prendendo le verdure dell’orto di mio zio, e la regalerò a Priya e a Sumi, ne saranno felici.
Appena assaggiato il primo fior d’agosto farò delle varianti per averne uno prevalentemente al profumo di timo, uno alla salvia e uno al basilico, in maniera da variare un po’.
Avete la vostra personale versione di fior d’agosto?
Ingredienti per 20 vasetti piccoli.
800 gr carote
700 gr sedano
300 gr aglio
600 gr cipolle
300 gr di basilico
1 Kg pomodori
1 Kg sale
1 manciata di salvia
1 manciata di rosmarino
1 manciata di prezzemolo
Mondare le carote, il sedano, le cipolle e l’aglio.
Con un coltello affilato o con una mezza luna ridurre ciascuna verdura a cubetti di pochi millimetri.
Lavare le erbe aromatiche, asciugarle eventualmente al sole, rimuovere gli steli lunghi o legnosi.
Tritare finemente ciascuna erba aromatica usando un coltello affilato o usando una mezza luna.
Dividere i pomodori in due, privarli dei semi, cospargere con un po’ di sale al polpa e lasciarli scolare riversi in uno scolapaste. In seguito strizzarli con le mani prima di ridurli in brunoise.
In una ciotola unire tutte le verdure e le erbe aromatiche, mescolandole con il sale. Conservare in piccoli barattoli di vetro, in un luogo fresco, buio e asciutto

Comments

4 Responses to “Fior d’agosto della signora Tortone, un ottimo dado vegetale fatto in casa, ovvero come usare bene le nostre verdure dell’orto”
  1. Chissà, forse fra qualche giorno saremo “vicine”, è possibile che salga a Paesana per un po’.

  2. Si chiama cos

  3. benarrivata. bacioni.

  4. Ciao, ho provato a fare il fior d’agosto ma credo di aver daviato troppo dalla ricetta e non so se quel che ho ottenuto e’ mangiabile… :-P
    Non avendo la mezzaluna (perdonami, so che e’ grave, prometto che provvedero’!) ho grattuggiato le verdure invece di cubettarle con il coltello, pensando di risparmiare tempo. Il risultato e’ molto umido. Pensi che lasciare il tutto al sole possa aiutare o lo rifaccio dall’inizio per bene?
    Grazie!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes