ComidaDeMama

August 8th, 2005 by Elena

A casa

A casa c’è tanta polvere, ci sono vestiti e sacchi per riordinare dappertutto, sacchi per raccogliere carta e immondizie varie.
Tranne per i pochi libri lasciati ad Amsterdam la libreria è ricomposta, inscatolata, ma ricomposta. Son cose.
Marta ha imparato a dire va b

Comments

12 Responses to “A casa”
  1. sono d’accordo… e sono vicina alle persone nel dolore, anche se non le conosco. Ma come si può tollerare di essere cos

  2. Grazie, Elena. Qualcuno lo doveva pur dire che La Stampa stavolta l’ha fatta grossa. Anche io ho comprato il giornale — e ho provato vergogna a tenere in mano quella foto sparata cosi’.
    Ben tornata in Piemonte, comunque…

  3. purtroppo c’è gente che compra il giornale solo per vedere foto di quel tipo…lasciateci l’ascolto, la lettura e l’immaginazione …quest’ultima ci basta e avanza! bacioni comida (noi saremo neltrentino per un po’…se passi, chiama.)vorrei tanto che marta, semola e la belva si conoscessero…

  4. sono felice che concordiate.
    Voglio dire, ogni anno io evdo foto ben più tragiche e terribili dopo l’assegnazione del World Press Awards, perchè si tiene da noi ad Amsterdam al Felix Meritis e quello che si vede è chiaramente fotogiornalismo. Quello che ho visto ieri non so cosa sia; e non mi piace, non mi piace per niente.

  5. Ciao Cara, benturnèda. Mo forse ti eri un po’ dimenticata che siamo un popolo col cuore in mano? O altre parti del corpo, se serve.

  6. Domenica nella mia edicola tutti si lamentavano del cattivo gusto nella scelta della foto di copertina, molti dicevano che non avrebbero più acquistato La Stampa; in effetti stamani ne ho avanzate parecchie, mentre sono cresciute le richieste di La Repubblica. E pensare che La Stampa ha cambiato direttore da pochi giorni…

  7. Chissà se alla Stampa si sono resi conto della topica.

  8. quando l’ho vista, mi è venuto un brivido alla schiena. Come si può non avere un minimo di buonsenso?

  9. Fotografie identiche me le ricordo anche nel 1980, subito dopo Ustica. Avevo nove anni e se le ricordo cos

  10. Una delle cose che ho ammirato di più durante quello che è successo a Londra il mese scorso è stata la scelta forte di non mostrare alcuna immagine, sicuramente per non dare la soddisfazione a chi sta dietro questi massacri ma soprattutto per tutelare e rispettare il dolore delle persone coinvolte… Come lettrice estranea ai fatti non trovo cmq giustificabile questa morbosità.

  11. bello il tuo blog e poi il tuo modo si raccontare di “Martatita” è cos

  12. ehila! ancora in italia? ma la storia di trento com’è andata a finire? prossimo anno dove siete?
    un bacione,
    la massaia di avesa

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes