ComidaDeMama

April 25th, 2005 by Elena

Panino Comidademama per Londra#1

comida_panino_start_kl.JPGRispondo con entusiasmo alla richiesta di qualche idea per un petit morceau da vendere in un negozio di panini a Londra.
Io adoro i panini, ne mangerei tantissimi, specialmente se il pane è molto buono, sogno ancora quelli che ho provato a Pollara, dove una signora, tipo mia mamma, ci ha nutriti come dei naufraghi appena ritrovati in spiaggia.
Se potessi proporrei una ciapetta di pane , burro e zucchero, o pane, burro e pasta di acciughe, che fanno parte del carnet merende della mia infanzia. Ho in bocca ancora quel gusto ottimo e quella consistenza della crosta del pane pugliese che mia mamma tagliava a me e a mia sorella Luisa.
Ma dato che a Londra hanno già visto e provato tutto, basti vedere cosa ci racconta uno dei miei gourmand preferiti, io propongo una serie di panini sferici, di circa 11 cm diametro, con la calotta superiore tagliata e svuotati della mollica interna, imbottiti di alcuni fillings pronti per essere mangiati con una forchettina di legno.
Il pane diventa quindi ciotola da consumare e, man mano il ripieno finisce, si potrà mangiare anche il guscio. Il condimento renderà la ciotola molto appetitosa, non credo che nessuno ne avanzerà una sola briciola.
E se qualche conservatore, qualche fondista del panino storce il naso può chiudere il tutto e godersi il suo classico panino.
Generalmente uso un pane intero di Altamura, svuotato e tagliato nella parte superiore alla stessa maniera della fotografia, per servire delle belle insalate e uso pagnottine piccole come quelle che ho proposto adesso, essiccate in forno, per servire qualche minestra. Per le zuppe uso anche il pane di fibra o il pane nero, devo dire che ha sempre molto successo, ho imparato questo modo di presentare la minestra una decina di anni fa dai genitori di Elena Oliva, cuochi eccezionali, e da l

Comments

6 Responses to “Panino Comidademama per Londra#1”
  1. grazie per il gourmand :-)
    Arriva quindi ad Amsterdam il pane di Altamura doc! Io non ho mai mangiato un panino come quelli che tu proponi, ma in effetti quelli più gustosi che abbia mai provato erano stati fatti da un bel po’, cos

  2. comidademama says

    :-)) milton, ora vado un momento di là a cercare uno spigolo dove sbattere la testa e a piangere :O)))))))))))))
    penso a una serie di ingredienti che queste persone possano trovare a Londra senza dover impegnare una retina. Appena torno in Italia dovrò fare un pellegrinaggio a Laterza, dove peraltro ho attraversato velocemente anni fa per lavoro. Per me poi laterza coincide con una delle mie case editrici preferite.

  3. comidademama says

    In realtà il pane d’Altamura con dentro il bendidio di insalata lo facevo in Italia anni fa e quando ne ho l’occasione il pane arriva via aereo con me, la cosa capita di rado perchè sono sempre piena di bagagli

  4. Come dire che arrivo a casa e mi trovo leccornie simili ?
    Please non dirmi che le hai usate solo per la foto, o che te le sei magnate tutte :-P

  5. comidademama says

    amore… mangiate tutte dopo aver fatto la foto. Ed erano squisite, cicca cicca

  6. comida: impareggiabile!
    I’ll keep you posted…
    besinhos, s

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes