ComidaDeMama

February 3rd, 2005 by Elena

Dhokla

dhoklas.JPGMentre aspettiamo che le lenticchie e altri semini germoglino io e Marta abbiamo fatto i dhokla.
Spuntino tipico della regione del Gujarat, i dhokla sono dei piccoli rombi spugnosi, cotti al vapore, a base di semolino e farina di ceci, molto saporiti e leggermente piccanti. Sono serviti a colazione o, durante il giorno, accompagnati da una tazza di te.
Il potenziale carattere salutista di questo piatto è vanificato dalla quantità di olio usato per friggere le spezie e i semi. Ma Prathiba, che domenica mi ha insegnato come si cucinano o dhokla , mi ha detto che si può ridurre.
1 tazza di farina di ceci
2 tazze di semolino non cotto
succo di un limone
almeno 500 gr di yogurt intero non dolce, il più grasso in circolazione
sale
un pizzico sciamanico di zucchero
4 spicchi di aglio
2 peperoncini verdi e lunghi indiani con semi e tutto
2 cuchiaini di cumino
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino abbondante di bicarbonato di sodio, o, meglio ancora il mitico Eno
polvere di peperoncino
semi di sesamo
coriandolo fresco
mix di semi per guarnire, un cucchiaino per ciascuna spezia:
cumino
senape
finocchio
sesamo
qualche foglia di curry secco
Importante, per la cottura a vapore bisogna avere un piatto in acciaio inossidabile che entri nella vostra pentola. Niente alluminio, niente pirex, niente ceramica. Non so se le forme in silicone possano essere usate. Non avendolo, io ho usato un’altra pentola in acciaio inox.
Ho davanti una ricetta che non mi sembra corrisponda al 100% a quello che abbiamo effetivamente fatto, vediamo di interpolare.
In un vasetto frullare con poca acqua i peperoncini verdi, lo zenzero e l’aglio.
in una ciotola piuttosto capace mescolare semolino e farina di ceci, unire il sale e lo zucchero, lo yogurt e il mix di peperoncini, zenzero e aglio. Amalgamare piuttosto bene e aggiungere eventualmente dell’acqua fredda per raggiungere quella che Prathiba ha definito ‘consistenza da torta’. Ovvero un consistenza abbastanza fluida, ma non troppo.
Prendere il coraggio a due mani e assaggiare l’impasto.
Mentre io cercavo di non soccombere all’aggressione al mio palato a opera del peperoncino e dello zenzero Prathiba mi faceva notare quanto poco si sentisse la farina di ceci e di come c’era bisogno di succo di limone e di sale.
Aggiungere cumino e coriandolo in polvere e la curcuma, mescolare bene e lasciare riposare l’impasto per mezz’ora.
Oliare un piatto di acciaio inossidabile (gli indiani usano un thaly piccolo)sia sulla base che sui bordi.
Poco prima di versare l’impasto nel piatto aggiungere un cucchiaino di ENO o di bicarbonato di sodio avendo cura di incorporarlo uniformemente.
dhokla02.JPGVersare l’impasto nel piatto oliato non superando il cm, cm e mezzo di spessore. Cospargere la superficie di semi di sesamo e di POCA polvere di peperoncino. Nella foto qui a sinistra vedete in primo piano il piatto con i doklas già cotti. In secondo piano un secondo piatto ha dell’impasto crudo, pronto per essere cotto.
Ponete il piatto nella vaporiera o in una pentola normale, l’importante è che il piatto non sia raggiungibile dall’acqua. Chiudere la pentola completamente con un coperchio e cuocere a vapore per almeno 10 minuti. Verificare la cottura come si fa con le torte, affondando il coltello nel centro della forma, verificando che esca non sporco di impasto crudo. Portare a termine la cottura.
Estrarre con cautela il piatto dalla pentola e lasciare raffreddare per qualche minuto. tagliare il tutto a losanghe senza però estrarlo dal piatto.
A parte tostare in poco olio di semi di girasole i semini di cui sopra e cospargere il tutto sui dhokla.
Dopo qualche minuto estrarre le losanghe con una spatola per dolci e disporle sul piatto da portata. Guarnire con coriandolo fresco.
Avverto che questo piatto non è facile, bisogna avere pazienza e mettere in conto di sbagliare qualche volta prima di azzeccarlo. Sto facendo esperimenti per cuocere i dhokla al microonde, ma non è facile.

Comments

11 Responses to “Dhokla”
  1. Ahhhhh!!! E’ mezzanotte, ma mi viene una fame tremenda lo stesso… Io adoro la cucina speziata, ma a casa sono la sola… Sigh&Gnam.

  2. Scusami Elena, ma dopo aver letto queste tre ricette una in fila all’altra mi è venuto in mente la famosa battuta che suonava pressapoco cos

  3. comidademama says

    mio caro dona, le assaggerai tutte tra una settimana ehehehehehehehhehe
    mary, anche io avevo fame a mezzanotte!

  4. Comunque i dhokla sono buoni proprio.

  5. Questo mi tenta ancora piu’ dei ceci: pero’ occorre svaligiare uno speziale indiano!

  6. caspita…dev’essere veramente buonissimo!!!! epperò mi servirebbe tanto tempo…quanto? (ps: è arrivato?)

  7. Quanto mi ispira questo piatto…. quando avrò un po’ di tempo e un po’ di voglia di cucinare proverò a farlo.

  8. roulette

    In your free time, check the pages about roulette

  9. In your free time, check some relevant pages in the field of roulette roulette http://www.djsdesigns.net/roulette.html – Tons of interesdting stuff!!!

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes