ComidaDeMama

January 8th, 2005 by Elena

Pere alla Katinka –e Dirk Jan–

La novità culinaria più gradita dalla mia famiglia durante il periodo nataliazio arriva dall’Olanda, più precisamente da Katinka e Dirk, i nostri vicini di casa, non quelli timidi, gli altri.
Quando l’ho servita alla fine di una cena dai miei genitori e zii si è levato un coro di:“Ma non ci sta più! Abbiamo mangiato troppo!”. Beh, siamo riusciti quella sera a risparmiare una sola pera per mia sorella, che quella sera non c’era.
Da quel momento questo dolce è stato riprodotto e proposto da tutta la mia famiglia in svariate cene. Alla vigilia di Capodanno mia mamma e mia sorella hanno dovuto rifarlo a grande richiesta e hanno dettato per telefono ad altri la ricetta.
Un successone in barba a chi pensa che gli olandesi non sappiano cucinare. In questo caso ammetto di giocare in vantaggio perchè Katinka è veramente una brava cuoca e buongustaia, cos

Comments

9 Responses to “Pere alla Katinka –e Dirk Jan–”
  1. OT: Grazie per gli auguri e un saluto anche a Marta (dille che la mamma di It/Enrico si chiama anche lei Marta).

  2. ieri ho fatto una crema al marsala, oggi assaggio queste pere. la bottiglia, tanto, è appena iniziata. :-*

  3. la smetti di postare buonezze? posta qualche brodino, valà!!ciao, bacioni…

  4. spiegami per favore quella di nero wolfe (si vede che non l’ho mai letto, eh!?).
    un bacio

  5. OT- mi manderesti il vostro indirizzo olandese per piacere? ce un regalino per marta che è qui da me… babbo natale si è sbagliato la destinazione, pare

  6. Ciao Elena,
    un saluto veloce giusto per dire che anche le mie vacanze sono finite, sono tornato a Parigi, e appena trovero’ il tempo ti inviero’ un resoconto culinario dei due eventi C&Z di dicembre a cui ho partecipato.

  7. Tornato. Vivo. Quasi sano. Non è poco. Bello rileggerti. Tutto bene?

  8. comidademama says

    angelo :O), gran nome, Marta ^___^, auguri anche a te!
    evvai manu, diamoci al Marsala!
    mammina-. ma noooooooooooooooooooo odio il brodino
    sara: ho preso al volo in edicola, prima di partire, il libro “Alta cucina”, di Rex Stout, titolo originale bellissimo :”Too many cooks”, aggiungerei anche …”and architects”, ma questo è solo un mio stupido inciso.
    Rex Stout è molto famoso per il ciclo di romanzi in cui Nero Wolfe e il suo segretario smascherano criminali. > mi ha ricordato il loro modo di esprimersi. Credo che appena potrò mi concederò un romanzo di Nero Wolfe una volta al mese, sono veramente divertenti.
    Ves: sono un po’ vergognosa di non avercela fatta a vederci a Natale, sono un vero disastro, scusami. Ti scrivo.
    Emanuele: buon rientro nella bella Parigi. Aspettiamo tutti i tuoi resoconti!!! Appena puoi scrivimi che io poi pubblico all’istante. MI piacerebbe venire a Parigi a febbraio per un piao di giorni, ma non sono ancora sicura d farcela, nel caso te lo dirò. Verrò con la piccola Marta, se mai verrò.
    Silvio: un abbraccio grosso come una casa!

  9. le ho fatte ieri.
    le ho mangiate ieri.
    sono impressionanti, anche se leggermente IPERCALORICHE.
    ho usato una buona bottiglia di jerez al posto del marsala, facendo di necessitá virt

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes