ComidaDeMama

January 3rd, 2005 by Elena

Canditi, canditure e zenzero candito

canditi.JPGIn questo mese ho dilapidato un piccolo capitale in zenzero, comparso in un supermercato al prezzo di circa 5 euro al Kg. Per candirlo, semplicemente per questo.
Che da quando l’ho assaggiato a casa della mia amica Jennifer è diventato uno dei miei dolci preferiti. Lo zenzero mantiene il suo caratteristico sentore di limone ed è leggermente meno piccante del normale. Pare che Gobino lo intinga nel cioccolato amaro fondente, cos

Comments

19 Responses to “Canditi, canditure e zenzero candito”
  1. In qualità di primo assaggiatore (primo in ordine di tempo, mica di competenza), dichiaro solennemente che il secondo tentativo di zenzero candito era buono assai.
    Augh

  2. comidademama says

    molto gentile, mon amour, ma non sono sicura che possa conservarsi per molto, quindi vuol dire che la canditura, che è una conserva, non è perfettamente riuscita

  3. Bentornati, benrinederlandizzati, buon anno! Tutti qui su un nuovo immacolato nastro di partenza. Pronti?

  4. bentornata, elena. ti ho visto su flickr!! (hai bellissime foto, fra parentesi: sei proprio multitalented).
    abbraccio, s

  5. Ciao Elena…ben tornata e buon 2005 anche a te
    Non mi sono mai cimentata coi canditi a dire il vero..ma ho trovato in rete una ricetta che forse potrebbe fare al caso tuo…ti copio il tutto sperando ti serva per i tuoi canditi
    Un bacio, a presto
    FRUTTA CANDITA
    INGREDIENTI:
    Scegliete albicocche non troppo mature e ben sode, pere piccole, ciliege, arance a scorza sottile e ben aderente alla polpa, zucchette del tipo ornamentale, piccole e pesanti, polpa di zucca tagliata a fiammifero, zenzero, ecc.
    Puliteli e tagliateli a piacere facendo molta attenzione a non lavarli, ma puliteli passandoli con un tovagliolo ben asciutto.
    Pesate i frutti da candire.
    PREPARAZIONE:
    In un recipiente dove i frutti potranno essere disposti in un solo strato, bollite per 10 minuti la stessa quantità di zucchero( es: per 500gr di frutta, 500gr di zucchero) unendo 150 gr di acqua per ogni 500 gr di zucchero.
    Aggiungete la frutta e controllate che sia ben coperta dallo sciroppo.
    Riportate piano piano ad ebollizione, fate cuocere 5 minuti e lasciate riposare per 12 ore.
    Rimettete sul fuoco e riportate ad ebollizione.
    Cuocete per 2 minuti poi fate riposare per altre 12 ore.
    Questa cottura va ripetuta per altre 2 volte, intervallate sempre da 12 ore.
    Infine, estraete i frutti, disponeteli sulla gratella per dolci e fateli asciugare in ambiente tiepido ed arieggiato per 3-4 giorni (o meno, se preferite una frutta candita meno secca) girandoli ogni tanto (oppure metteteli nel forno riscaldato a 60

  6. Decisamente ti sei messa a fare qualcosa di veramente difficile e tecnico, ma siccome a me lo zenzero piace da morire, capisco, capisco.
    Se non ricordo male comunque la frutta candita va cotta nello sciroppo, e che devi usare anche, se trovato, del glucosio (si, lo so che lo zucchero è glucosio, ma credo si tratti di prodotto per pasticcerie). Comunque chiederò a mio cognato pasticcere e poi ti scrivo.

  7. Buongiorno Buongiorno! e anche buon anno! ben tornati nella riviera bloggerasca :) e anche a casa vostra :)
    Io non so come si faccia a candire un bel niente però do il mio apporto da assaggiatore virtuale se vuoi! Con una foto ben scattata posso dare il mio giudizio estetico.

  8. Anche se non sai candire ti vogliamo bene lo stesso! :O)
    [anch'io del resto, tra le tantissime cose che non so fare, c'è anche il candire]

  9. La ricetta qui sopra direi che va bene. Credo che la cura sia nei dettagli:
    Frutta molto ben asciutta
    Passaggi graduali da freddo all’ebollizione e lentissimo raffreddamento (di solito si avvolge con un panno pesante posando la pentola su di un fondo in legno).
    Il glucosio (che è uno zucchero che compone lo zucchero domestico – o saccarosio – unito ad una molecola di fruttosio, ed ha molecola più piccola e genera sciroppi spaventosi come densità) aiuta a tenere buona la viscosità dello sciroppo. Prova con 400 g saccarosio e 100 g glucosio ogni 500 g frutta con 200 ml acqua.
    Non aver paura di fare anche cinque o sei cicli caldo/freddo. Pensa a quanti ne subisce un Marron Glacee…
    Ed infine pensa al pasticcere ed al suo dramma silente. Infatti ginecologo, pasticcere e barista lavorano laddove il resto del mondo si diverte…
    Un augurio…

  10. Falsomagro scripsit, ed è esatto cos

  11. Falsomagro scripsit quello che non sapevo sul glucosio, ed è esatto cos

  12. Rob, un grosso abbraccio a te e al resto della tua ciurma!
    bubi BUON ANNO!!!!!!!!!!!!!!!!! un abbraccio a te e alla V.V.
    cara S, massaia d-avesa, sei troppo buona, le mie foto non sono super, ma ho trovato una miera di immagini fantastiche, vai a vedere! buon anno
    mi sembra di aver visto il tuo nuovo blog, questa sera riguardo meglio, che ora sono con due bimbi
    dada, salame che sei, ho il micro regalo di laurea in Italia… ora chiedo a mia sorella di spedire tutto a mammina e papino
    Mary, missi e falsomagro,grazie infinite per i vostri consigli tecnici, ci provero/ nuovamente , mamma mia quando odio le tastiere olandesi non trovo nulla e non ci sono le parole accentate grrrrrrrrrrrrrrrrr

  13. Cioè, volevo dire che l’importante è saper condire! ;O)

  14. Doverosi e affettuosi auguri di un lucroso 2005. Dal tool semiautomatico di auguri della Immanet, sottosezione cat/priv. bluechips/ azionisti. Prosit!!

  15. :) – ho mangiato lo zenzero conadito a londra, non lo avevo mai mangiato prima, ed e’ meraviglioso. Forza Elena! di sicuro riuscirai a fare deio candidi di zenzero di cui sarai soddisfattissima!! :)
    a me hai fatto venire una voglia di mangiarli…. :)

  16. faccio il tifo per te… ti stai cimentando in un’impresa per me impossibile: qui da me, appena raffreddata, la frutta sparirebbe subito.
    che fai tra un passaggio di cottura e l’altro, la circondi col filo spinato? :-)

  17. cecilia says

    Ecco, magari te ne avanza dello zenzero. Io ho fatto questa ed è tanto buona che non debbo aprirne un vasetto, altrimenti lo finisco. Piccante, è vero, ma a me piace tanto!..
    MARMELLATA DI ZENZERO
    Due mele, già pelate e senza il torsolo, pari peso in zucchero (abbondante), radici di zenzero pelate, fatte a pezzi e poi frullate fino a colmare una tazza da the, thè verde (tre cucchiaini per due tazze d’acqua) Noce moscata una spolveratafacoltativa. Fai cuocere tutti gli ingredienti tranne il the 15 minuti, poi aggiungi il the e aspetti lasciando bollire e mescolando: non deve restare liquido tra un pezzo di marmellata e l’altro. Deve cuocere almeno un paio d’ore in una pentola col fondo spesso. Il risultato è piuttosto forte, se si vuole un gusto più delicato aggiungere mele e zucchero.
    variante mia, col bimby
    Circa 500 grammi di radice di zenzero fresca già pelata e pulita, 500 grammi di zucchero, tutto nel bimby a vel turbo a colpetti fino a che non è triturato, bagnare col succo di un limone, aggiungere una o due mele ( a seconda della grandezza) pulite e senza il torsolo, velocità 3 temp. 100 gradi, tempo 40 minuti. Durante la cottura allungare con thè verde molto forte (quattro bustine per circa 250-300 cc d’acqua), e coprire col cestello rovesciato. Quando schizza pezzetti di marmellata è pronta
    P.S. io ormai mi sono arresa: non sono proprio capace di fare i cnaditi, neppure col glucosio!! e odio i tentativi andati male, a partire dal decimo…

  18. ti ho trovato cercando su google “ricetta zezero candito” :-D
    se sei ad amsterdam c’e’ una cioccolateria in koninginneweg (a’dam zuid, vicino all’olimpiaplein, tram 16) che mette i pezzettoni di zenzero candito nel cioccolato.
    tra le altre cose: hai provato il gemberkoek? è come l’ontbijt koek ma con tanto zenzero candito dentro. lo trovi anche all’albert hijn.
    un’altra nota: lo zenzero candito italiano (quello siciliano si trova nel banco delle noci dei fagioli e della frutta secca di ogni mercato rionale) e’ molto piu’ dolce, piu secco e meno piccante/saporito.

  19. comidademama says

    grazie Q per le informazioni
    io abito a A’dam noord, quindi Zuid non è vicino, ma ci andrò volentieri appena potrò.
    Che voglia di sicilia
    Non riesco a vedere il tuo sito-blog, perchè?

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes