ComidaDeMama

October 6th, 2004 by Elena

Kinderboekenweek 2004

kinderboekentrein.gif
Non c’è da stupirsi che lo sponsor ufficiale della settimana nazionale olandese del libro per ragazzi, il kinderboekenweek, siano le ferrovie dello Stato. Il loro motto è, infatti: “Tijd for lezen”, ovvero “Tempo per leggere”.
Questo trenino che vedete qui sopra è un treno vero che viaggerà per tutta l’Olanda tra il 6 e il 16 di ottobre, proponendo all’interno attività, giochi, readings. Bisogna prenotare il posto e la data in cui si vuol salire via email e il gioco è fatto! Ora vedo se c’è qualche attività che possa interessare a Marta.
Il tema di questa cinquantesima edizione è la musica. Credo che con Artemista lanceremo prestissimo un IS MY BLOG READING sul tema, quindi iniziate a pensare, oh mamme e papà, a qualche bel libro in cui la musica sia la protagonista!
Ma è vero che, non so più dove l’ho letto, forse in qualche supplemento patinatino di qualche quotidiano quando ero in vacanza in Italia, che ci sono stati dei tentativi di reading sul treno, o addirittura di lezioni di filosofia?
So per certo, grazie all’instancabile Prof, che la casa editrice piemontese Esperienze, in collaborazione con le Ferrovie dello Stato, ha pubblicato dei libri scritti da giovani autorei, ma non ricordo in dettaglio. Povera la mia testa.
Di certo il mio migliore amico Dona ha letto libri e libri e libri in treno, prendendo a volte 1/2 ora di permesso per poter finire un capitolo particolarmente interessante seduto accanto a uno dei suoi monumeti preferiti.

Comments

6 Responses to “Kinderboekenweek 2004”
  1. Aspetto con ansia Is My Blog Reading su tema musicale! Readings in treno? E’ un idea che mi piacerebbe, ma non l’ho mai sentita realizzare. Ho visto le vs mail e stasera se ne parla a casa ;)

  2. bellissimo il treno e bello il tema per il quale già mi sto preparando! bacio

  3. prova comment, grazie vesna per la segnalazione

  4. Il trenino è entusiasmante, sto gia scavando una diga in giardino e montando un mulino sul terrazzo, per cercare di portare qui un po’ di sensibilità nederlanda nei confronti dei bimbi. L’anno scorso, se non sbaglio, a Bologna fecero dei reading in autobus e forse in qualche altro luogo pubblico, con autori bolognesi che leggevano materiali (credo sul tema del “viaggiare”) scelti da loro. Mi pare che ebbe successo questa cosa. Baxi.

  5. e perchè non fare reading in tandem? uno pedala davnti e l’altro legge dietro e pedala…io lo farei! bacioni.

  6. L’Associazione Esperienze aveva fatto una proposta per letture sugli aerei in partenza da Levaldigi, ma poi la cosa è stata anche sperimentata su alcuni treni. L’esperienza è stata fatta anche sui tram, sia per coinvolgere i passeggeri a scrivere racconti sia con presentazioni di autori. Sergio ha partecipato ad una di queste durante il Salone del Libro di Torino.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes