ComidaDeMama

August 19th, 2004 by Elena

L’HISTOIRE DE BABAR, le petit éléphant, Jean de Brunhoff, musica di Francis Poulenc

Inizia nella pioggia e nel ventaccio il grachtenfestival e con lui anche il kindergrachtenfestival, festival di musica classica dedicato ai bambini.
Oggi io e Marta abbiamo sfidato le tempeste di vento andando in bicicletta a sentire nella bellissima dimora storica Heren aan de gracht “L’HISTOIRE DE BABAR, le petit éléphant” melodramma per pianoforte e voce recitante scritto nel 1931 da Jean de Brunhoff e musicato successivamente da Francis Poulenc.
La stanza in cui eravamo ospitati ricorda quella chambre de musique del concerto di qualche mese fa, vi ricordate?
Gli spettatori, una ventina di bambini intorno ai quattro anni, abbarbicati sulle ginocchia dei genitori e dei nonni oppure seduti per terra su coperte di lana.
Marta era un po’ intimorita dalla presenza di un pianoforte a coda, ma poi si è divertita e rideva.
La voce recitante, in questo caso, era di una soprano olandese molto importante, Jard van Nes. La mia amica Inessa mi ha dato i suoi biglietti perchè la sua Vera, in effetti, è troppo piccina per apprezzare questo spettacolo; gliene sono grata perchè quest’anno è impossibile trovare un biglietto, è tutto esaurito da settimane.
Quest’anno si terrà anche un concerto per bambini sotto l’anno di età, iniziativa coraggiosa e interessante che ha avuto immediato successo di pubblico, anche questo tutto esaurito.
Non vi dico quanta voglia mi verrebbe di organizzare una cosa cos

Comments

12 Responses to “L’HISTOIRE DE BABAR, le petit éléphant, Jean de Brunhoff, musica di Francis Poulenc”
  1. Bello Babar… mi ricorda un sacco l’infanzia!

  2. Roberto says

    Cara Comida, ha sfiorato un altro ganglio. Altro terreno brullo qui in italia, dove ci sarebbe da seminare, seminare. Ma in effetti, ne abbiamo parlato: una cosa per volta… ;-)

  3. Sto provando anch’io con Letizia a mettere nello stereo un po’ di classica, ma finora m’è riuscito solo con i Valzer di Strauss e “Lo schiaccianoci”. Ma forse con Babar avrei più successo (o con ‘Pierino e il Lupo’, magari..).

  4. silvio: marta sente volentieri Pierino e il Lupo, ho un CD, regalatomi dalla mia amica Luisa, in cui Dario Fo spiega strumento per strumento i protagonisti della storia. Molto bello anch eper me.
    Anche se non amo Disney devo dire che i cartoni animati classici hanno delle colonne sonore molto belle e importanti, musica classica o non musica classica. Anche altri cartoni animati prodotti negli anni dal dopo guerra in poi hanno sempre delle belle colonne sonore.
    HO visto il DVD dello Schiaccianoci, protagonista Barbie, orribile, a dir poco.

  5. Daccordo su Barbie: visto 5 min è orrendo. Per ora sto facendo un ‘cura’ di Tom & Jerry, con la scoperta che usano moltissimo swing come colonna sonora. (C’è un gatto che fruga tra le immondizie fischiettando “Moon River”!!).

  6. stupendo Tom E Jerry è mitico! marta si è fatta comperare anche i calzini!
    Ma seondo te, OT, è meglio prenotare il Rigoletto della prossima settimana? Ci sono due miei amici olandesi che fanno un viaggio a verona per vederlo. Io avrei detto di si, che bisogna prenotarlo, tu che ne pensi? O è sold out?

  7. Si, è sicuramente meglio prenotarlo! Qui il sito ufficiale con la possibilità di prenotare. http://www.arena.it/ita/arenaita.urd/portal.show?c=6 .Bello il Rigoletto, ottima scelta. Eviterei l’Aida perchè troppo lunga e la Traviata per l’allestimento schifoso (giuro!) di quest’anno.

  8. grazie silvio! pensa che la moglie di questo signore gli sta facendo una sorpresa: lui crede di andare a Roma, invece lei ha prenotato a Verona, vuole fargli vedere il Rigoletto a sorpresa e poi vanno a Venezia. Veramente una bella idea! Grazie per il consiglio, ieri mi atteggiavo dicendo, “Beh, Anneke, lascia che chieda al MIO amico Silvio, LUI che è di verona, LUI va spesso in Arena, LUI sa se conviene o meno” ^____^ valà che non mi atteggiavo, ma veramente le ho detto che ti avrei chiesto perchè sicuramente tu sapevi cosa era meglio fare! Ti ringrazio da parte di Anneke per il consiglio.

  9. Non so quanto siano danarosi i tuoi amici, ma avvertili che per *vivere* davvero l’Arena bisogna scegliere la gradinata. Ci si siede sulle pietre (ma con un’offerta ai ragazzi della Croce Rossa puoi avere degli ottimi cuscini) e di solito è abbastanza romantico. Entrino per tempo (un’oretta prima ci sono posti buoni) e si portino da bere e mangiare (dentro ci vuole un leasing per una lattina!). Tutte cose che consiglia il TUO amico Silvio e che non troverai scritto da nessuna parte ;)

  10. grazie mille per i consigli, ne saranno onorati e lo sono anche io!

  11. Scherzo rischiosissimo quello della moglie che dice al marito di portarlo ad A invece che lo porta a B.
    Ah, Elena, forse e’ ora che te lo dica: la seconda settimana di settembre non andiamo a Palma ma ad Abbiategrasso.

  12. tesoro…. proprio quello che volevo! LOL

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes