ComidaDeMama

July 23rd, 2004 by Elena

Persi pien

Questo è un vero “Dolce da sbattersi per terra”, Angelo voleva la ricetta ed eccola qua.
Ingredienti per 4 persone:
4 belle pesche a pasta soda, di quelle che si spaccano facilmente e nettamente in due, alcuni le chiamano “spaccarelle”, da me in Piemonte si chiamano, credo, persi patanù. In Olanda le pesche non sono il massimo, cercherò quell prodotte dalla compagnia israeliana Carmel, che importa in Olanda le verdure, fino ad ora provate da me, migliori.
40 gr di buoni amaretti
40 gr di zucchero
15 gr di mandorle pelate
15 gr di polvere di cacao amaro
1 uovo intero
2 dl di buon Moscato
50 gr burro
Preparazione:
Lavate e asciugate le pesche. Apritele a metà e togliete i noccioli.
Allargate la cavità, togliendo un po’ di polpa con un cucchiaio.
Mettetela da parte, in una ciotolina. Intanto portate il forno a 220

Comments

4 Responses to “Persi pien”
  1. Piangemi il còre a pensare che mangi le pesche israeliane, quando il mio bel paesello è conosciuto come la Patria delle Pesche a livello europeo! Il 10 agosto facciamo pure la sagra… BTW la ricetta che proponi la conoscevo, ma assolutamente senza mandorle. De gustibus ;)

  2. GRAZIE! le faro’ uno di questi giorni, poi ti dico se sono venute a prova di memorie d’infanzia.

  3. Ci siamo rifatti

    Ieri sera, a goderci il tramonto tra Roccaverano e Olmo Gentile, in Alta Langa (in lontananza il Monviso, sbiadito nella foschia ma oggi senza una nuvola…):

  4. Ci siamo rifatti

    Ieri sera, a goderci il tramonto tra Roccaverano e Olmo Gentile, in Alta Langa (in lontananza il Monviso, sbiadito nella foschia ma oggi senza una nuvola…):
    I campi di stoppie:
    A cena alla “Madonna della Neve” di Cessole. Bel panorama, ca…

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes