ComidaDeMama

May 22nd, 2004 by Elena

Stazione degli autobus a Hoofddrop

1-2.jpg
Milton riesce a farmi scrivere anche con il mal di testa. Non ho finito il post sull’IJburg, lo sto scrivendo con davanti sette finestre attive e un paio di riviste di architettura sulle ginocchia. E mi viene in mente che, se gli piacciono le architetture un po’ destrutturate non può non interessargli anche questa organicissima stazione degli autobus di Hoofddrop ad opera di NIO ARCHITECTEN che ho trovato per caso accompagnado un mio amico fotografo durante un suo lavoro.
Qui le fasi costruttive e interessanti scorci dell’opera, migliori della fotografia che ho postato.

Comments

5 Responses to “Stazione degli autobus a Hoofddrop”
  1. ma come avranno fatto a metterci dentro l’autobus? ehehheheh

  2. useranno latecnica di papino e di R:ob? ehehehehhe
    è stato bellissimo sentirvi! Grazie.

  3. E’ talmente organica che -più che a Wright o ad Aalto- mi fa pensare all’interno della Balena nel Pinocchio di Comencini…E’ proprio vero che, come dice Nio, ognuno può proiettarci su il proprio immaginario. Rischia di far spiaggiare qualche capodoglio innamorato di questo cetaceo-geisha!

  4. caro Milton :OD , da oggi chiamerò questa stazione dei bus “cetaceo-geisha”, mi piace un sacco.
    ho perso le foto che il mio amico fotografo mi ha fatto in quella occasione purtroppo, peccato, ma ci ritornerò con un paio di amici tra due settimane.

  5. la cosa che si vede solo in una foto è la seduta all’interno della stazione. Sembra che un gigante abbia passato un dito sulla superficie interna, cos

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes