ComidaDeMama

May 4th, 2004 by Elena

AMARETTI MORBIDI- english recipe text below

english recipe text below
zucchero 350 g
mandorle pelate 300 g
albumi num. 3
farina bianca 1 cucchiaio
fecola di patate 1 cucchiaino
limone, sale,
essenza di mandorle amare,
zucchero al velo.
Burro e farina per la placca.
Tritare finissime le mandorle nel frullino, unendo qualche cucchiaio di zucchero preso dal quantitativo prescritto. Mettere gli albumi in un paiolo di rame non stagnato, unire un pizzico di sale e qualche goccia di limone e montarli a neve soda, con il frullatore. Quando gli albumi saranno ben montati, unirvi la farina di mandorle, lo zucchero, la farina e la fecola passate da un setaccino, e per finire qualche goccia di essenza di mandorle amare. Mescolare bene e deporre sulla placca imburrata e infarinata dei mucchietti di composto, distanziati tra loro; spolverarli con lo zucchero al velo e lasciarli in riposo per 4 o 5 ore. Accendere il forno a 100

Comments

13 Responses to “AMARETTI MORBIDI- english recipe text below”
  1. e ora??? come faccio a far sparire la bava dalla tastiera prima che i colleghi se ne accorgano? ; )
    non vedo l’ora di correre a casa a provarla!!!
    basi e strucchi a tutti voi ed un sorriso speciale alla piccola della famiglia

  2. ma vi state divertendo senza di me?????
    sigh, sob, gasp
    baci
    paola

  3. c’è sempre un’aria fine anni sessanta su questo blog. proverò le ricette

  4. Gli amaretti io li adoro!qui li facciamo non molto morbidi. proverò a farli. Finora non ho mai avuto il coraggio di cimentarmi con questa ricetta tradizionale.

  5. @kikka: grazie mille e ricambio!
    @paola: no, stiamo piangendo calde lacrime ;OD le tue care amiche sono appena partite alla volta di Barcellona, beate loro, speriamoche il tempo sia migliore di quello che hanno trovato qui. BTW fai un viaggio e Duesseldorf e vieni a trovarci presto!
    @robba: buona fortuna per la prova delle ricette
    @encli: hai una ricetta tradizionale sarda? io la proverei.

  6. E se uno il paiolo di rame non stagnato non ce l’ha?? :)

  7. @bubi: ottima domanda. Non so, io non ce l’ho , ora mi consulto con Gigi, il cuoco bresciano con cui lavorerò gioved

  8. io il paiolo lo chiedo a Panoramix ( il druido di Asterix)…che dici, va bene quello? Baci e smettila di postare le ricette delle buonezze…vai di foto, va, chè quelle mica mi rendono rotonda!Bacioni alla piccol, dolce biondina! (p.s. ho fatto un giretto sul blog di Sumi… bellissimo tutto scritto in giapponese!)

  9. Mio nonno tanti anni fa costruiva e riparava paioli di rame non stagnati. Se fosse ancora qui sarebbe contento di sentire che si sta riaprendo il mercato :)

  10. @MAMMINA:valà che le ricette son meglio! Il blog di sumi è bellissimo, anche a me piace, e poi ora scrive pure in inglese PER ME… lei, invece legge questo blog con un traduttore, avessi più tempo cercherei di scrivere in inglese, cos

  11. @ comida: ma hai visto che casino sta succedendo da Lia??? Non credo che mia mamma abbia un paiolo di rame non stagnato, non credo che mia mamma abbia un paiolo di rame, e non credo che mia mamma abbia un paiolo…forse non sa nemmeno cos’è un apiolo se non nell’accezione “ti faccio il sedere come un paiolo” :))

  12. @bubionboard: sei veramente simpatico, veramente, la tua VV è fortuantissima!
    Ho letto una parte delle traversie di Lia, mi auguro che la situazione non si apeggiorata da ieri notte.

  13. v.v. è fortunanta ma io lo sono di più…davvero!!la amo!! e sono ricambiato :)

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes