ComidaDeMama

March 31st, 2004 by Elena

Patè d’animo

Ingredienti per una persona:
-una riunione di classe in una scuola elementare molto nota in città,
-50 genitori, tutti apparentemente olandesi,
-parte dei genitori era in coppia, marito e moglie, realtivo sgomento per essere sola in un momento come questo. Me lo sono fatto passare alla svelta, però,
-l’agente immobiliare che mi aveva avvertito di non finire in una “black school”,
-direttrice della scuola e due coordinatrici brave, chiare e ben strutturate nell’esposizione,
-comprensione del 45% delle informazioni date con relativa soddisfazione,
-in-comprensione del 54% delle informazioni date e relativo sgomento,
-1% di certezza che la direttrice chiamasse questa scuola “witte school” e ralativo sgomento,
-felicità nell’apprendere le tantissime e strutturate attività per i bimbi di 4-5 anni,
-la certezza che per Marta 2 giorni alla settimana in asilo sono pochi per integrarsi bene in una scuola,
-relativi pensieri di cercare un lavoro qualsiasi senza focalizzarsi sui miei interessi per mandare all’asilo Marta ogni giorno,
-pensieri sul fatto che non entro più in nessun abito formale per un eventuale colloquio e sul fatto che questo pensiero sia inutile,
-terrore nel sentire certe domande sulla selettività delle classi da parte di qualche genitore,
-sorrisi per i cellulari che sono suonati interrompendo i discorsi, almeno non siamo solo noi italiani a essere cos

Comments

16 Responses to “Patè d’animo”
  1. Mi sa che il tuo augurio di sta mattina sta portando i suoi buonifrutti…una risposta a un cv, un numero di telefono da chiamare per fissare un colloquio….!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1
    adhaiahashdadatatrrtttttataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhh

  2. molto bene, bubi, forza che ce la fai!!!

  3. e te non ti preoccupare che se ogni tanto va bene anche a me a voi (family) andrà sicuramente meglio!
    OH!

  4. Cara Elena, mi spiace proprio e spero che qualcosa si smuova per te! Te lo meriti, davvero. Baci
    P.s. E il KinderKooKcafè? quando ci vai?

  5. Di tutte le ricette che ho letto qui, questa è di certo la più indigesta… Ti ci vorrebbe uno ‘sgroppino’ per mandare giù questo paté. Spero davvero che gli olandesi (anche quelli più antipatici e scontrosi) si rendano conto del patrimonio che abbiamo esportato e trovino il modo di valorizzarti (e gratificarti). Ricordo il periodo della distribuzione c.v. e so come ci si sente, visto che sto facendo un lavoro (btw bello) per il quale non avevo studiato…

  6. Un abbraccio, amica mia…

  7. MAMMINA says

    forza elenuccia, ti abbraccio fortisssimamente forte e vorrei essere con te. Aspetto buone notizie.

  8. pat pat sulla spalla.

  9. @ tutti: grazie di cuore, sto già meglio, il post del topo l’ho scritto per farvi vedere che mi sento veramente meglio, grazie a tutti voi, siete gentilissimi.

  10. povera stelina… non dev’essere affatto facile la vita che conduci ma, leggendo di tanto in tanto il tuo blog, credo che tu te la stia cavando egregiamente!
    non ti perdere mai d’animo!
    io ho cambiato città diverse volte in vita mia e, se non avessi la mia stupidaggine ed il mio buonumore non so come avrei fatto! in un paiese straniero dove parlano una lingua assurda poi (l’olandese pare uno sputacchiare catarroso di consonanti in fila) ti ci vuole una doppia dose… tieni … te ne invio col pensiero un po’ della mia!! :)

  11. @toilet: grazie!

  12. Senti io ho un idea. Adesso prendo il primo volo per Amsterdam, noleggiamo una bici per me (magari quelle a tre ruote visto il volume) e giriamo per Amsterdam cantando a tutto volume “O sole mio” o qualcosa di kitsch simile. E basta farsi venire il magone per queste teste di formaggino. :-D

  13. @onecure e NDV
    grazie per l’appoggio, oggi ero un po’ cos

  14. senti, io sono un pessimo supporter — ma tieni duro — il pate’ d’animo usalo come esca per il topino ;-)

  15. non è facile, lo so. Ma ha da passà ‘a nuttata.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes