ComidaDeMama

March 31st, 2004 by Elena

Lettera al topo

Caro topo che vivi in casa mia da una settimana,
sto scrivendo un menu per quattro persone in olandese per una lezione in onore del trentesimo anniversario di matrimonio di due diloro. La testa mi fa male, prendo una pausa. E ti scrivo.
Ho avuto una mattinata un po’ dura da digerire, ma poi mi sono rasserenata e anche il my wise mi ha telefonato per darmi un po’ di conforto, per non parlare degli amici blogger che mi supportano sempre.
E TU mi hai lasciato un vomitino sul pavimento.
Non sei gentile. Ora, ragioniamo.
Io non ti amo, ma nemmeno vorrei ucciderti. Sembreranno incoerenti quindi le trappoline che ho messo in casa, ma , credimi, il trasportarti cadavere nella spazzatura non è in cima alla lista delle cose che vorrei fare.
Se stai agonizzando perchè hai mangiato un pezzo del puzzle di Marta ben ti sta, odio fare i puzzle e scoprire che manca un pezzo.
I miei vicini di casa hanno un appartamento molto più interessante del mio, perchè non vai a vederlo?
In attesa di altri tuoi visibili riscontri ti auguro una buona giornata.
Questa sera facciamo i cantuccini, se ti azzardi a mangiarmeli inizio ad armarmi pesantemente.
Topo avvisato, mezzo salvato.
Torno al menu in olandese.
Grissini con patè di olive.
Pasta fatta in casa alla Norma.
Sarde a beccafico con insalata nella pagnottina.
Baci di dama e zabajone al moscato d’Asti.
Cercherò un buon vino bianco adatto e il moscato rimanente accompagnerà il dessert.
Quanto dovrei chiedere per una lezione/cena cos

Comments

18 Responses to “Lettera al topo”
  1. …non vorrei essere nei panni del povero topo, oggi ;-)

  2. Secondo me l’hai convinto!
    Felice che l’umore sia migliorato, ma non avevo dubbi.
    Il menu è fantasticamente invitante. Falli bere molto, cos

  3. Secondo me l’hai convinto!
    Felice che l’umore sia migliorato, ma non avevo dubbi.
    Il menu è fantasticamente invitante. Falli bere molto, cos

  4. @silvio: ehehehehehheh
    @encli: grazie mille per l’incoraggiamento. Il buon vino costa caro, non credo che mi convenga farli bere molto. Io non ricarico molto il prezzo degli ingredienti. E poi sono i suoceri di una mia amica!

  5. Emanuele says

    Chi se ne fotte dell’amicizia: pagamento in sesterzi, tutti maledetti e subito!
    [Si vede tanto che sono di Genova?]

  6. Nuove novelle sul mio blog! Nuove novelle sul mio blog! Nuove novelle sul mio blog! Nuove novelle sul mio blog!

  7. ti stresso brevemente… ho seguito per filo e per segno la tua ricetta e ho fatto la tzatziki… è venuta fuori una cosa liquida schifosa e insapore… dipenderà dal cetriolo liquido? dal fatto che ho usato il mixer? boh… una delusione!

  8. non mi ero resa conto… il cetriolo non era liquido… pareva normale….

  9. scusa sono al volo, vado a prendere marta all’asilo
    ma hai strizzato bene il cetriolo tritato prima di incorporarlo allo yogurt?
    ho mancato di scriverlo?
    bacioni e a presto
    elena/comidademama
    non is mixa con il mixer, si mescola con la forchetta

  10. ho avuto anche il via dalla mia zia greca per la ricetta, mi spiace tanto che non sia riuscita, prova nuovamente, vedrai che viene se non mixi con il frullatore

  11. Figurati se potevo mettermi con tanto di forchetta a mescolare… io negata in tutto ciò che riguarda la cucina…. riproverò… grazie mille… almeno in questo caso la spesa è stata minima… una volta ho buttato un tot di castelmagno… ancora piango!

  12. @monzia: non demoerdere, ora vado a leggere la ricetta, se hai sbagliato vuol dire che non l’ho spiegata bene, non che tu non sia brava

  13. cara elena,
    come sempre le casualitá non esistono. ieri ho letto la tua lettera al topo, ed avrei voluto scrivere un messaggio di solidarietá al topo. premetto che ti capisco, che se io fossi madre di una creatura non potrei nemmeno ammettere l’idea di una convivenza umano-murina, per

  14. Sara, questa cosa de ‘il caso non esiste’ e’ molto bokononista o sbaglio ?

  15. @sara, marco: laborioso, laborioso, laborioso.

  16. ma lo leggo in spagnolo, che a marta lo spagnolo piace un sacco e guarda Noche de Fiesta alla TVE…molto trash eh?

  17. elena: trato hecho!
    marco: ti rispondo con le parole dell’uomo che amo, da anni, a sua insaputa:
    I wanted all things
    To seem to make some sense
    So we all could be happy, yes, instead of tense.
    And I made up lies
    So that they fit nice,
    And I made this sad world a par-a-dise.
    -Calypso from the Books of Bokonon in Cat’s Cradle (90).
    commento copiato (e condiviso): this illustrates the principle paradox present in Vonnegut’s view on happiness; the necessity of lying about the truth to create happiness.
    a tutti e tre: besos

  18. Speriamo non si rosicchi i piedini di Marta!
    Qui, mi dispiace per la protezione animali ma si tratta di una questione igienica soprattutto, ci vuole un intervento drastico! (Una super battuta caccia con armi letali)…

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes