ComidaDeMama

February 18th, 2004 by Elena

Scassinatrice

Succede, a volte, che le strane circostanze della vita mettano in luce attitudini a cose mai contemplate come possibili occupazioni.
Ieri mattina, ad esempio, Marco ha trovato il lucchetto posteriore della sua bicicletta, quel cerchio di metallo dietro al sellino per intenderci, di cui abbiamo perso la chiave da qualche mese, chiuso da chissà chi.
Tragedia olandese, bici bloccata al palo della luce, lussuoso parcheggio fornito gratuitamente dalla municipalità.
Ieri sera, dopo cena, ho preso due paia di forbici dall’impugnatura arancione, due cacciavite e ho iniziato pazientemente a scassinare questo benedetto lucchetto.
Non vi dico le facce dei pochi passanti che in quei venti minuti hanno visto davanti a loro una signora, vestita, al solito, alla Diane Keaton che scassina un lucchetto, china su un palo della luce con un chiassoso kit da Arsenio Lupin.
Un signore ha rischiato di cadere dalla bicicletta, tanto si era distratto a guardarmi.
Il mio vicino di casa è uscito per una passeggiata e mi ha consigliato di farne un mestiere, dato che qui rubare biciclette è all’ordine del giorno. Spiritoso.
Mentre armeggiavo con cacciavite e forbici ero veramente divertita, ci stavo prendendo gusto, pur non avendo nessuna speranza di riucita. Immaginavo Marco brandire, il giorno dopo, una fiamma ossidrica o una lama rotante per risolvere il problema. Invece, TAC! Ce l’ho fatta! Dopo nemmeno venti minuti.
Che soddisazione, la mia vicina Flor è uscita in pigiama sul pianerottolo a chiedermi se potevo aprire anche il lucchetto della bici di suo figlio e poi mi ha detto che mi avrebbe segnalata alla Polizia.
Sono andata al piano di sopra a raccogliere lo sguardo ammirato del my wise pensando che, ma s

Comments

8 Responses to “Scassinatrice”
  1. e poi io dovrei portarti la torta alle nocciole+ lima per segare le sbarre? no, trovati un altro lavoretto! Baci.

  2. Il problema e’ che le bici rubate ad Amsterdam te le tirano dietro, il che per inciso fa ancora piu’ girare le scatole a chi come noi le compra in negozi regolari, e che quindi se vuoi quadagnarti da vivere devi scassinarne una decina al giorno, festivi inclusi.

  3. vabbeh, mi metterò nel ramo “topi da appartamento”

  4. Quando decidi di passare alle casseforti puoi venire a trovarmi qui?

  5. Mi sembra di vederti!

  6. :-D bentornata, elena! e grazie già. mi hai regalato un altro sguardo sulla tua vita pazza. ché poi certe immagini entrano in circolo e non se ne vanno più.

  7. oh brava, mi piace quando una donna se la cava da sola… lezioni di italiano non le vuole nessuno? e tu continua con quelle di cucina…

  8. @silvio: contaci
    @manu: :OP
    @encli: è stato divertente
    @spin:ho già dato lezioni di italiano,, ma la concorrenza è spietata, molti ex professori si propongono

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes