ComidaDeMama

February 23rd, 2004 by Elena

Free time

Ieri ho preso la mia ora d’aria mensile.
Detto cos

Comments

22 Responses to “Free time”
  1. A dicembre si è sposata mia sorella e le ho fatto i libretti per la messa. In copertina ci ho messo un’immagine stupenda di Dante Gabriele Rossetti! Voglio vedere anch’io la mostra! Voglio vedere Vincent!!!!

  2. vieni, sei la benvenuta, ti faccio sapere il calendaro degli ospiti
    Io Dante gabrile Rossetti l’ho studiato nel mio unico corso di storia dell’arte che ho fatto ad architettura, fuori sede ovviamente, e devo dire che mi ha emozionato vedere le tele e i luoghi in cui ha vissuto a londra, secoli fa. Di per sè non è la mia pittura preferita, ma sono felice di potere rivedere dal vivo quelle tele.

  3. Io non lo consoco…mea culpa. Però molto presto andrò a vedere a Milano una mostra sulla pubblicità, non so come sarà spero sia ben fatta e che il caso non voglia riesca a trovare un lavoro migliore…mah…

  4. anchio vincent lo conosco bene :-P i suoi mangiatori di patate sono il mio preferito!!!

  5. Sogno anch’io il giorno in cui potrò permettermi qualche attività da essere umano (mostre, cinema e affini) fare la mamma è bello ma dopo un po’ ti dimentichi di essere donna e soprattutto umana! Mi sa che dovrò aspettare ancora un po!

  6. grande vincent! e per rossetti…è particolare, va capito all’interno del decadentismo europeo, ma è un artista raffinato. ciao

  7. a proposito: è dura smammizzarsi, eh?;-)

  8. @omygod: come ti capisco! però te la stai cavando alla grande, sei un mito.
    @iuma: si faccio fatica a tornare un individuo ;O)
    BTW a me piace la Ophelia di Millais, che ho visto alla Tate Gallery secoli fa, sapevo un sacco di aneddoti sui preraffaelliti, ma li ho scordati. Rossetti è un po’ rindondante per i mei gusti

  9. I preraffaelliti! Divertenti. Pensa che nella versione a fumetti, i Mistoterital avevano come loro nemico mortale il capo di una setta di neo-pre-raffaelliti, tale Big Camillino. Ehm.. Ok. I veri inventori del “camp” comunque sono loro, non trovi? Cara Comida, sostengo da lontano il tuo sforzo per ritrovare ad intervalli regolari il tuo bel faccino sorridente. Lo sai che una delle cose che rende le mamme affascinanti ed attraenti è il “potenziale femminile accantonato” che si intuisce in ognuna di loro? :-P Baci, baci e ancora baci.
    ps= però, insomma… Io Diane Keaton l’ho amata davvero, non puoi usarla solo come termine do paragone negativo! ;)

  10. @manu: ;O))
    @R:ob, allora io sono un sacco attraente e affascinate ;OP

  11. R:ob: io adoro Diane Keaton, mi pacciono tutti i suoi film fatti con Woody Allen, la maltratto affettuosamente, ormai da una vita, perchè in molti film si veste come mi vesto io, un po’ a casaccio.
    Diane keaton non si tocca!

  12. @R:ob: non ho capito cosa volessi dire con gli inventori del “camp”, scusa.

  13. RICAPITOLANDO: mi piace Diane Keaton, ma credo che tu abbia almeno 20 anni di meno; mi piace Van Gogh e se “mi salta il matto” verrò ad Amsterdam (previa prenotazione nel calendario degli ospiti); per ora è dura “sbabbizarsi” e diventa complicato perfino leggere qualcosa sulle mostre, altro che andarci; pensa che per lavoro seguo l’organizzazione delle migliori mostre del nordest, ma devo accontentarmi di vederle in foto… sob!

  14. @silvio: prego consultare calendario visitatori e mettere un’opzione, altrimenti i posti volano!;OP
    sbavo per il tuo lavoro, mi piacerebbe farlo, fosse anche solo stampare i cartellini identificatori dei custodi di Palazzo Grassi. Ma hai anche gestito la mostra di Canova a Bassano? Arf Arf.
    Secondo me io ho anche tren’anni in meno di Diane Keaton, giacchè ne ho 32 suonati e lei mi sembra verso la settantina –o no?, non sono sicura, la vicina di casa di mia nonna che le forniva i giornali scandalistici con il nome degli attori è morta, quindi non ho più notizie fresche da sfogliare in bagno–

  15. Ho smesso di aver bisogno del barbiere (e delle sue riviste scandalistiche) tre anni fa, pur avendone anc’io solo 32. E poi è vero: non ho gestito direttamente, ma finanziato il progetto di Canova a Bassano, Corot e Monet a Belluno, La Creazione Ansiosa a Verona, Scamozzi a Vicenza… ecc. ecc. (PS che bello vedere cose belle!).

  16. prenditi sempre del tempo per te stessa, sei sempre e comunque una donna, non solo una mamma o moglie o fidanzata.. dedica anche solo un’ora alla settimana a te e basta. anche solo per farti fare un massaggio o per andare dal parrucchiere se non hai abbastanza tempo per le mostre.
    vedrai, la cosa ti ricaricherà e ti farà ripartire con un sorriso compiaciuto sul viso.
    :)

  17. @silvio: sacripante!
    @toilet: sante parole, devo autodisciplinarmi ;)

  18. @Comida: il Camp fu teorizzato negli anni ’60 da Susan Sontag. E’ una sensibilità estetica: amore per l’artificio, anche per l’eccesso estetizzante. Dentro ci sta ambiguità, tanto colore, ironia. Se eccede, sconfina nel kitsch. Questo quello che mi ricordo… :)
    E dato che qui tira aria di femminilità che sta per ritornare prepotentemente, vado a indossare una tutina isolante ;-))

  19. R:ob
    grazie per le delucidazioni.
    Ho appena terminato la peggior cena di addio della terra.
    OT
    John, un collega di Marco coreano-canadese, torna in canada dopodomani e io ho preparato veramente una cena pessima. ma sono raffreddata, che ci vuoi fare, e le cose mi vengono meno bene:=)

  20. Questo post mi ha fatto venire una nostalgia tremenda di Amsterdam.
    E anche di quelle schifossissime salsiccine della Hema…

  21. @meva: HEMA è un’istituzione eh? In Italia non abbiamo un grande magazzino cos

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes