ComidaDeMama

January 1st, 2004 by Elena

Storia dello Stato di Israele cercasi

Mi è stato impossibile leggere “Il lettore allo specchio” Abraham B. Yehoshua senza sentire un fortissimo impulso di correre in libreria o in biblioteca per recuperare libri di altri scrittori israeliani.
Per la verità non ricordo di aver finito questo libro sottile, ma cos

Comments

12 Responses to “Storia dello Stato di Israele cercasi”
  1. tanti cari auguri comidaaaaaaaaaa, e un bacio su entrambe la guanciotte ai boccoli biondi:-))))))))))

  2. CARNAZZAAAAAAA buon anno!!! wui nevica un sacco e facciamo palle di neve. Una rarità

  3. piccola auguri a tutta la famigliola…domandina : visto che torni in italia x 3 settimane nn è che si riesce a vedere a gennaio… :-) bacetti
    ps. a me piacerebbe tantissimo, ma se tu nn puoi muoverti da casetta tua ti raggiungo io !!!!

  4. mi informo e poi ti dirò. Baci.

  5. @mammina: grazie!!!
    @vesnuccia: certo! ti aspetto! sarò con una o due case per aria, chiamiamolo CAOS CREATIVO ;OP

  6. Bentornata Comida! e bentrovata nella mia casa virtuale!!!!!!a presto

  7. avevo sbagliato a scrivere l’URL ciao

  8. @encli ciaooooo!!!!!!

  9. Consiglio per un libro:
    Gerusalemme, Gerusalemme (Lapierre, Collins).
    Non é stato scritto da un israeliano e NON é recente (é stato scritto almeno 20 anni fa, forse anche 30), ma mi ha fatto capire molte cose.
    Un altro loro libro eccezionale, scritto circa 30 anni fa, é Stanotte la libertá, sulla storia dell’India.
    Ciao
    Vale

  10. grazie Vale, grazie mille, andrò a cercare sulla rete queste tue indicazioni

  11. A mio parere la storia di Israele piu’ documentata e’ quella di Eli Barnavi, Storia di Israele, Bompiani 1996 (2001). Pero’ e’ aggiornata all’assassinio di Rabin e non oltre. Di li’ in poi solo prese di posizione molto politiche.

  12. @angelo: grazie infinite, inizerò da questi libri consigliati da voi. Immagino che sia difficile scrivere un’oggettiva storia di qualsiasi Paese, figuriamoci la storia di Israele. Spero di riuscire a non soccombere alle fitte pagine di dati e avvenimenti, sono abituata –uuu che parolona, “abituata”, l’unico saggio storico che ho letto è stato “L’Italia del tempo presente” e basta– alla scorrevolezza di Paul Ginsborg. Grazie mille. Anche Yehoushua ha scritto un saggio, mi sembra, dalla morte di Rabin in poi. Vado a controllare.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes