ComidaDeMama

November 16th, 2003 by Elena

Hans Holbein il giovane

La mostra di Hans Holbein il giovane è stata stupenda. Con la MJK mi è costata solamente 5.50 euro, altrimenti costava 12.50, un prezzo esagerato, secondo me.
Mi sono svegliata con Luisa alle 7.00 e siamo andate a Schiphol con tutti i suoi bagagli, l’ho “imbarcata” e poi ho proseguito alla volta di den Haag. Trenta minuti.
In questi trenta minuti ho fatto di tutto, mi manca il treno, la possibilità di essere per conto mio senza dover vigilare su Marta senza essere troppo oppressiva, cosa che mi costa il triplo dello sforzo.
Mi sono portata dietro mezza libreria perchè avevo paura che non mi piacesse la lettura che avevo scelto.
Alla fine non ho letto se non delle note sull’uso dei fogli di stile per i futuri siti in costruzione e poi ho scritto. Scritto una lettera a mia cugina Heidi –non quella delle caprette che fanno ciao, questa cugina appartiene all’ultima generazione del mio parentado tedesco, ci scriviamo ogni tanto per mantenere i contatti, è una ragazza dolcissima– che si ostina a non avere il PC in casa.
Di mestiere fa la giardiniera in un enorme vivaio e quindi usa le mani non su una tastiera. Ho riletto al lettera e corretto l’inglese, incredibile, IO che trovo il tempo di rileggere una cosa. Voglio l’abbonamento Amsterdam Centraal- Den Haag.
Al ritorno ho schizzato al forma dei tre siti in costruzione mettendo a lato una serie di domande a cui devo dare una risposta. Avevo veramente i lucciconi, quando non c’è casino e posso fare queste cose sono sempre a pezzi e il sonno o il male agli occhi, accompagnati da una stanchezza mentale lobotomizzante, mi fanno rinuciare e andare a letto o a scrivere sul blog, cosa che mi distende e non mi occupa spazio mentale, I mean, non troppo, almeno fino l

Comments

7 Responses to “Hans Holbein il giovane”
  1. E mettere questa bella storia su Artemista?

  2. è scritta con i piedi e con una profondità da Gigi Marzullo –che piace a Peter Prins, che sciroccato, se lo guarda tutte le sere non capendoci un H , pensa cre crede che sia un POETA!!!!!–. SE vuoi la correggo e la metto un po’ meno naif e poi la posto.

  3. ok ho postato una versione meno naif –diffice, eh? infatti è ancora naif– su artemista

  4. ciao elena, come ti invidio: andare a visitare una mostra d’arte…e di cotanta arte (e io, se permetti, me ne intendo un pochino). L’arte fiamminga è veramente spettacolare, sia per lo stile, ma soprattutto per l’iconografia cos

  5. @iuma:infatti ho pensato a te entrando nel museo tutto velluti rosso cupo e caldi rivestimenti in legno –come si scrive boiseries? VOGLIO STUDIARE IL FRANCESE e non questo olandese inutileeeee—
    Intendi il museo di Vermeer a leiden? Il probelma è che i vermeer sono pochi e sono tutti sparpagliati in giro. C’era stata una bella mostra qualche anno prima che io arrivassi in Olanda che traccoglieva la sua opera intera. Sono felice che Artemista ti piaccia, aspettiamo i tuoi commenti!Pensa che coraggio, questo gruppo si è lasciato alle spalle l’antico lavoro– e lasciare al giorno d’oggi un lavoro sicuro sai bene quanto è rischioso– e si è organizzato per inseguire il sogno di un po’ tutti: fare bene quello che si vuole fare veramente nella vita. e non è poco.
    L’ambito culturale è molto complicato, non ci sono cammelli da scambiare con brili di petrolio, occorre un tipo di sensibilità e preparazione altra. tutti i membri del gruppo coltivano da decenni –e considera che sono tutti nei loro trenta– sia a livello personale che a livello professionale le loro competenze –in campo ambientalistico, architettonico, artistico, teatrale, gestionale– e il team si presenta compatto e affiatato. Che dire di più?

  6. @comida: abbiamo sempre bisogno di validi “promoter”. Direi che per noi vai benissimo. Nessuno ci aveva ancora fatto una sviolinata cos

  7. Genius may have its limitations, but stupidity is not thus handicapped.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes