ComidaDeMama

October 19th, 2003 by Elena

Gilda e Montalbán are dead

Avrei voluto scrivere due righe sulla morte di Manuel Vázquez Montalbán, ma Lia e Sergio mi hanno preceduta e, dopo aver letto i loro post, mi sembra inutile aggiungere altro. A Sergio e Nadia è morta anche Gilda, il mitico pesce rosso che io credevo di plastica perchè da tempo immemore sopravviveva a vaschette e spostamenti. Ciao Gilda, ciao Montalbán.

Comments

12 Responses to “Gilda e Montalbán are dead”
  1. dimmi che era uno scherzo, ti prego, dimmi che non é vero che stanno facendo il grande fratello interconfessionale. per favore. anche se é vero, dimmi lo stesso che non é vero.

  2. @fabio: ti leggo sempre, ma non mi oso lasciare commenti perchè non mi sento mai all’altezza.
    Ho avuto questa notizia da un amico di amici, un giornalista paolino. Mi ha fatto tradurre dall’olandese, per scriverne poi un articolo non so dove,un comunicato stampa che annunciava l’inizio della produzione de Il grande fratello il Grande Fratello interconfessionale. Si dovrebbe girare la cosa –non so come definire– in un convento attrezzato di spazi per consentire ai vari esponenti di religioni diverse di celebrare i servizi nelle ore opportune. Io nn ho visto ancora nulla, ho dimenticato la rete che lo trasmetterà, io guardo TG e cartoni animati e, appena posso spengo la TV, Marta ne guarda troppa.
    E’ che io non so molto di questi grandi fratelli, qui c’era dua anni fa gente svestita che giocava a una cosa simile su un’isola, davano sempre la pubblicità durante “The Nanny-Francesca Cacace”.

  3. non c’entra niente… i bignè non si sono gonfiati… accidenti!
    Riproverò la prossima settimana.
    Grande Fratello? Qui l’anno scorso lo avrei potuto vedere comodamente, ma stare in casa (per lo più… il piccolo lo portavo a fare un giretto, in piscina… ) e vedere gente che sta chiusa in casa mi sembrava una forma di perversione.

  4. @spezza: a te non si gonfiano i bignè, a nondevoverificare non viene la pasta alle castagne. Se PAPINO e MAMMINA falliscono la torta di nocciole chiudo il blog, veramente.
    HAi preriscaldato il forno? Era a 200

  5. @spezzaincantesimi: magari metti un uovo solo e prova nuovamente.

  6. riproverò la prossima settimana, sai come si dice no? La pratica rende perfetti.
    Mi sa che non ho preriscaldato abbastanza, comunque…

  7. @spezza: si il forno va caldo, cos

  8. Ma se uno il forno non ce l’ha??come deve fare??senza dolci??

  9. @bubi: mi spiace, te li devi comperare. Hai il microonde?

  10. @bubi: il bunet si cuoce a bagnomaria, la ricetta è in “dolci da sbattersi per terra”

  11. No aspé…se faccio dolci poi non li sbatto a terra!!eh!!!Cmq si ho il microonde, hai ircette semplici per il microonde?? dai che devo passare il prossimo w.e. da solo in casa e se mi riesce mi dedico alla cucina (sempre che non mi colga una crisi depressiva!!)

  12. sembra proprio una veglia funebre, tipo quelle raccontate da Jorge Amado: due morti e i vivi parlano dei fatti loro, peccato che manchino i manicaretti e i liquori forti e velenosi per “tirarsi un po’ su”

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes