ComidaDeMama

October 16th, 2003 by Elena

Accattonage

Vecchia newsletter che voglio pubblicare.
Accattonage (deriva da accattone, ma era chiaro, vero?) è un termine coniato da Marco, il mio wise husband, e qualche nostro malizioso amico che descrive, al loro detta, uno dei miei hobbies preferiti: andare in giro per la strada, vedere degli oggetti abbandonati in buono stato (es. sedie, scatole, innaffiatoi, cornici, porte etc) prenderli, portarli a casa e recuperarli, lavarli dipingerli. E’ un passatempo creativo ed ecologico. Io e alcuni miei amici siamo bersagliati dagli scherzi di chi, come Marco, il mio wise husband, ha paura di vedere la propria casa invasa dalla spazzatura.

In effetti, ogni tanto esagero. L’altro giorno siamo stati in Polizia per il permesso di soggiorno e, mentre naufragavamo nel mare burocratico, alle spalle della gentile, bradipa impiegata COSA VEDONO I MIEI OCCHIETTI? DUE MAGNIFICHE CORNICI MESSE VICINO AL CESTO DELLA SPAZZATURA!
Inizio a non poter stare ferma sulla sedia e mentre la bradipa impiegata veniva risucchiata prima nel suo monitor e poi in un vicino cubicle, io tiro la manica della maglia di Marco, il mio buon marito, e gli dico:
“Marco, hai visto laggiù che belle cornici, io provo a chiedere se me le danno!!!” .
Lui, innervosito dalla bradipa impiegata che ventilava la possibilità di non darci il permeso di soggiorno per qualche cazzata che si era dimenticata LEI di dirci, mi risponde:
“Elena ti prego stai calma, la nostra posizione qui è già un pò precaria e se ti metti ad accattonare chissà, magari fanno un’ispezione sul nostro conto in banca credendoci barboni, piantala!”
Quanto abbiamo riso anche perchè io mi sono messa a recitare la parte della mogliettina viziata a cui viene negato l’acquisto del terzo visone, quello senza maniche per il mese di maggio (…sai non fa freddo, ma nemmeno caldo,,,,,caro…ne avrei BISOGNO TI PREGO!!!).

Qui ad Amsterdam la spazzatura è di lusso , la gente butta fuori casa un sacco di belle cose. Come in Italia , per ogni quartiere ci sono luoghi e momenti dedicati alla raccolta differenziata anche di materiali differenti dalla solita carta e vetro e residui vegetali.
La differenza è che è possibile vedere, soprattutto la domenica sera, molte persone che si aggirano tra i vari cumuli di cose e che scelgono sedie, ruote di biciclette, pentole, dischi vecchissimi, scale mezze rotte, libri, tavolini, senza il minimo problema.

I miei amici olandesi Wybe e Karin, quando hanno saputo che condividevo quella sana passione, mi hanno fatto vedere, orgogliosi, tutte le cose da loro recuperate che arredavano la casa, tavolini, lampade, sedie, porte, maniglie. La mia vicina di casa, che fa la pittrice, invece ha usato molte volte delle porte in legno o delle ossature di finestre, sempre di recupero, come base per i suoi quadri.

Ho sentito che anche a Torino inizia a prendere piede questa mania, sono felice. Quando lavoravo ad Alba, la gente che passeggiava nella Via Maestra guardava me e la mia amica Luisa con un sorrisino quando il mercoled

Comments

12 Responses to “Accattonage”
  1. Bello!
    In Germania un tempo facevano perriodicamente, tipo due volte all’anno, la raccolta rifitui ingombranti, era l’occasione per smistare cantine, soffitte ecc. Era pure una festa di quartiere, gente in giro a raccogliere, valutare, cercare, curiosare, stupendo.
    Freiburg poi è città universitaria per cui gli studenti squattrinati (per definizione) ci sguazzavano. Io mi divertivo a passeggiare e vedere cosa buttava via la gente.
    Ora succede di meno perchè li ritirano a richiesta.

  2. ere geologiche fa sono stata a friburgo, bellissima città.Ora qui ad amsterdam i brocante sono molto organizzati e nel giro di due anni la spazzatura è diventata più ordinaria, loro hanno i camioncini e rivendono il tutto a caro prezzo

  3. ZIOOOOOOOOOOOOOOoo

  4. chissà se a Catania potrò fare “Accattonage”: qui a Brescia non ho mai trovato nulla di quello che descrivi, quando buttano della roba è proprio inutilizzabile e brutta.

  5. nel paesino dove vivo io invece hanno l’abitudine di passare di notte, e anche di giorno chissà quando vorrei proprio scoprirlo, per riempirti il secchio della spazzatura…
    ciao;-)

  6. Mia sorella avrebbe detto le stesse cose. Anche lei adoro raccattare le cose che la gente butta… Hanno una casa enorme e non solo per contenere lei, il marito e i tre figli, ma soprattutto per poter metterci un mondo di cose loro (non si butta vai mia niente!) e le cose che trova in giro.

  7. Quanto mi fa piacere vedere che altri fanno come me…
    Da marzo abito con Andrea in una casa enorme ( quando vieni devi assolutamente venirci) e quasi tutto ciò che c’è dentro è stato raccattato in garage, soffitte e cassonetti, i mobili della cucina per esempio:
    credenza anni 50 _ garage di andrea
    Cassetiera fienile di tunin
    tavolo garage di luisella
    e tante mensole…
    L’importante è che tu prenda questi oggetti, poi devono essere disinfettati per bene e se sono tutti nella stessa stanza possono essere dipinti con vernici acriliche dello stesso colore con sfumature diverse.
    Io ho usato un turchese intenso, con un turchese più chiaro per i cassetti e tenendo conto che la camera è gialla, l’effetto è molto… casa azul di Frida Kahlo
    Sono stata spiegata?

  8. @serena:sei chiarissima !!!! non vedo l’ora di fare un salto a vedere la vostra casa azul, non ho visto Frida, sorry, ne ho sentito solo parlare, ma mi documenterò presto. Sei riuscita a d entrare e scrivere sul tuo blog? hai ricevuto la mia mail?
    Sono in ansia, io riesco, non so se nadia abbia provato, dimmi e ti aiuto
    @alice: e certo che lo fanno –io non l’ho mai fatto eh?– se ti fanno buttare la spazzatura due volte alla settimana
    @iuma: io a catania passerei il tempo a mangiare granite alla mandorla
    @laura: beeeene beata tua sorella che ha spazio per la munenzza bella, dovremmo istituire un club

  9. Ruscarola. Sei una ruscarola. E’ cos

  10. Stupenda. Coem al solito, semplicemente sutupenda. Sappi che ieri sera, tra blogger su ICQ, si parlava anche di quanto avevamo riso leggendo questo post. E chissà come rido quando ti vengo a trovare!! :) Baci, fragile

  11. @ceciclia.ruscarola non me l’aveva ancora detto nessuno!!!;OD
    @fragile:ero preoccupata di non vedere il tuo blog attivo, mi fa piacere sentire che tu stia bene. Vieni a trovarmi con ale e affittiamo la bici con il carretto.

  12. Mio fratello Stefano ha trovato una vecchia credenza e l’ha messa nel poggiolo di mia madre.
    Lui si crede che è modernariato, invece, grazie ai vostri messaggi, ho scoperto che è Accattonage,
    cioè spazzatura, rumenta, monnezza.
    Quindi padrone lui di mettersi in casa sua tutta la rumenta che vuole, ma a casa di mia madre la rumenta non ce la deve portare.

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes