ComidaDeMama

September 25th, 2003 by Elena

Reading

Io ho un amico speciale che si chiama Sergio.
Sergio è il mio spacciatore di musica di qualità, a lui devo le scoperte dei miei gruppi preferiti. Nonostante un destino cinico e baro l’abbia portato a fare di mestiere il farmacista-omeopata Sergio scrive poesie.
L’anno scorso abbiamo organizzato, su suggerimento di Marie, uno stupendo reading a lume di candela in campagna da me.

Da quella volta altri reading sono stati fatti, ma quello che si terrà domenica 28 al castello di Racconigi alle 18.00, sarà un reading speciale perchè nel programma sono inserite delle poesie recentissime legate a esperienze e persone che hanno segnato in maniera indelebile la scorza di Sergio.
Quindi presento in anteprima la scaletta della sua parte, giacchè condividerà il reading con
altri poeti ( Beppe Mariano, Costanzo Liprandi, GianPiero Casagrande).

- I VERSI DEL PARTO (ultimo inedito cheiddiomiperdoni)
- COME ESILI FOGLIE (per “Alate Parole”)
- EUMENES (DA “LA GIOSTRA DI VENERE”)
- IL VOLO DEL SAMARIDIO ( ” )
- IL METRONOMO ( ” )
- PENARANDA DE DUERO inedito letto da Serena
- E’ AFRICANA BREZZA (per “Alate Parole”)
- IL VELIERO SOMMERSO letta in alternanza con Serena
- EXUVIAE (uno degli scarti de “La Giostra di Venere”)
- QUATTRO STAGIONI (inedito composto per Peter Prins, in memoria della sua Carol, letto dal sottoscritto in inglese mentre Serena leggerà la traduzione italiana).
Peter Prins varrebbe un post, ma lo lascio a Sergio, a quando avrà finalmente il suo spazio sulla blogosfera.
Sergio in bocca al lupo!

Consiglio caldissimamente di fare un giro se siete da quelle parti!

Segue il programma della manifestazione


BIBLIOTECHE IN FESTA 2003

A cura dei Sistemi Bibliotecari di Cuneo Alba Fossano e Mondov

Comments

5 Responses to “Reading”
  1. ApproApproposito di poesie….
    Conosci Maroc Parente (tanto per rimanere in tema di mariti che si chiamano Marco) ha inciso sicuramente un albun con il CPI, e forse due…ora è un po’ (che io sappia) che è sparito dalla scena…però il primo album mi ha fulminato…l’ho ascoltato a “Frequenze disturbate” svariati anni fa, in occasione di una serie di concerti fra cui han suonato in varie serate anche i C.S.I. con i Wolfango come supporter (mi fanno crepare i Wolfango…strano ma mi tirano su sempre il morale)…
    L’album di Parente s’intitola “eppur non basta” sempre che non mi sbagli…merita davvero

  2. comida de mama says

    forse sergio sa chi sia marco parente.
    ASPETTA, mica è il cantante dei MASSIMO VOLUME?
    NOn mi piacciono i massimo volume. Cantano più o meno cos

  3. comida de mama says

    In wolfango li conosco solo di nome,a meno che non abbiamp suonato con i disciplinatha a un primo maggio
    la cosa peggiore che abbia sentito sono stati i tamburi del bronx che hanno scassato per più di un’ora in attesa dei CSI
    ed ero anche incinta

  4. Che io sappia M.Parente ha un gruppo suo, e nel disco che ho io non usavano chitarre distorte ma molti strumenti “classici” (tipo violini, archi in genere, trombe e via dicendo) amplificati e anche un po’ distorti…
    X i Wolfango sono un gruppo di Senigallia (credo…) sono in tre e fanno Drum&Bass, basso distorto e rullante di batteria, in due cantano e sono stonati come campane (forse volutamente lui, lei invece è stonata proprio di suo) e cantano pezzi tipo “questa mattina alle otto e trenta c’era bat-man in televisione io l’ho perso maledizione…” e la tipa sotto stonata che canta “vai con bat-frullatore con il bat-ventilatore…” facendo la lista di tutti gli elettrodomestici possibili, la bat-friggitrice e la bat-impastatrice hanno segnato la mia infanzia.
    Il ritornello è “bat-man e robin, bat-man e….robin”
    …degli sconvolti totali…però come dicevo mi tirano sempre su il morale!! :)))

  5. comida de mama says

    allora non li conosco, ma ho uno pseudo amico che si chiama wolfango

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes