ComidaDeMama

June 18th, 2003 by Elena

mousse di pesche/albicocche della mamma di comida de mama

Ingredienti per 6 persone:

500 gr. di albicocche

4 tuorli d’uovo

100 gr. yogurt naturale

100 gr. di zucchero

succo di mezzo limone

10 gr burro


1)-Sbucciare 400 gr. albicocche e tagliarle in quarti privandole dei
noccioli;
metterli in una casseruola con 3 cucchiai di acqua ed il succo di limone e
farle cuocere a fuoco dolce per 15 minuti circa;
scolarle, farle raffreddare e frullarle. (n.d.Elena:va anche bene passarle al microonde per una paio di minuti)

2)- Sbucciare le albicocche rimaste, tagliarle a fette sottili e privarle
dei noccioli; metterle in una padella con il burro e un cucchiaio di
zucchero e farle rosolare per 3 minuti circa. (non lo faccio mai, ma è ottimo)

3)- In una terrina lavorare i tuorli d’uovo con lo zucchero rimasto fino ad
ottenere un composto gonfio e spumoso; aggiungere un decilitro d’acqua,
versare il composto in un tegamino a bagnomaria sul fuoco e batterlo con
una frusta finchè avrà quasi raddoppiato il suo volume.
Toglierlo dal fuoco, unirvi lo yogurt e le albiocche frullate.

4) distribuire la mousse in coppe individuali alternandola alle fettine di
albicocche preparate e decorarla a piacere.


fatta mentre marco chiamava sua mamma (tempo 5 minuti, esclusa la cottura delle pesche) e me la sono finita quasi tutta io, strappandola dalle mani della famiglia

Comments

7 Responses to “mousse di pesche/albicocche della mamma di comida de mama”
  1. (chiudo gli occhi mentre scrivo perchè se leggo mi rendo conto che non lo posso fare, mi assalgono contemporaneamente fame e frustrazione e fame e frustrazione è una cosa che non deve succedere, almeno non prma che mi sia un po’ abbronzata dato che l’abbronzatura snellisce;-), ehm, che dicevo? ah, te lo giuro, sebbene faccia parte dei miei buoni propositi non posseggo una sveglia che fa tictac: in genere metto la radiosveglia, mai troppo alta sennò mi shocko, ma non ne avrei bisogno, ogni mattina c’è una gatta affamata che rischia di farsi schiacciare da me che mi giro pur di svegliarmi. uno di quesi giorni la faccio al forno…:-))))

  2. comida de mama says

    mi raccomando, mettila per un paio di giorni in vino bianco e verdure a tocchetti dopo averla spellata, cos

  3. comida de mama says

    vieni o no ad amsterdam?

  4. ma guarda un po, scopro che non solo hai un blog molto piacevole, ma mi hai pure linkato :))) tanto per deluderti ti diro’ che non conosco la editrice instar, dimmi qualcosa di piu. e se vuoi leggere qualcosa di veramente grandissimo pubblicato da iperborea leggiti il medico di corte. in quanto ai pgr, io li ho visti ad aprile a milano, e ti dico solo che ho quasi-pianto tre volte durante il concerto

  5. comida de mama says

    la casa editrice instar è stato ed è ancora,mio caro underworld, un caso editoriale, una mosca bianca in Italia:un bel giovanotto di poco mendo di quarant’anni di ritorno dall’inghilterra, dove aveva lavorato nel campo dell’editoria, fonda nel biellese, se non sbaglio, questa piccola casa editrice, che proponeva e propone tutt’ora degli autori quasi sempre anglofoni ottimi, ma veramente fuori dal solito “andazzo generale”, quello che comunque crea l’illusione di non essere un pecorone-ma invece lo si è, eccome-
    La cura della grafica e la scelta del materiale di rilegatura fa si che il libro della instar libri sia eccezionalmente prezioso, ma costa come un libro normale.
    l’ideatore è morto d’infarto poco tempo fa, am la casa esiste ancora

  6. comida de mama says

    ahhh dimenticavo, io amo i CCCP-CSI_PRG e tutte le loro future mutazioni possibili, progenitori falsi…..
    io invece, tra i tanti loro concerti, ho visto nella chiesa di San Domenico ad Alba lo spettacolo recital “la terra la guerra una questione privata” dedicato a Beppe Fenoglio ed è stato da brividi

  7. comida de mama says

    ahhh leggerò il libro da te consigliato
    ieri ho visto in una libreria olandese il libro di thor vilhjalmsson di cui probabilmente parlavi
    la copertina non era male, ma il mio olandese non mi consente di avere strumenti di valutazione

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes