ComidaDeMama

June 29th, 2003 by Elena

Burro all’aglio

Ingredienti per sei persone poco affamate:

250 gr di burro buono

1/2 cucchiaino di sale fino o, meglio, sale grosso sbriciolato grossolanamente

2-3 spicchi di aglio tritati finissimi


Lasciare il burro nel pacchetto fuori dal frigo per un paio di ore in un posto non molto caldo.

Quando, toccando il pacchetto, avrete raggiunto la morbidezza modello:”oddio ho dimenticato di mettere il burro in frigo” trasferite il burro in una ciotola e iniziate a lavorarlo con un cucchiaio di legno o, se siete pigri, con le spatole elettriche per montare la panna.

Intanto aggiungete aglio e sale, mescolate in modo da amalgamare tutto. Trasferite in una ciotola da portata, riponete in frigorifero per 30 minuti e poi servitelo con crostini caldi o con grissini

Comments

11 Responses to “Burro all’aglio”
  1. hai dimenticato d concludere la ricetta con: “non parlare con persone a distanza minima di 2 metri x 2 giorni” heehehe piccola controindicazione dell’aglio ;-)
    ps: farò disegno industriale al politecnico ^__^

  2. comida de mama says

    hai ragione, ma è molto buono e, se vuoi, puoi mangiare un ciuffo di peterselie, ovvero di prezzemolo e l’alito fetido dovrebbe sparire
    comunque l’aglio è buono e bisogna mangiarlo perchè fa molto bene
    ma dimmi tu, che mi metto a fare la predica come una mamma vera……..scusa stavo stirando, si vede che mi sono calata un pò troppo nella parte
    ComidaDeMama

  3. comida de mama says

    bello disegno industriale, ma è un corso universitario legato ad architettura vero?
    e poi farai anche la mitica Domus Academy?

  4. architettura organica? fuori i dettagli, please, la adoro (lo so, nowadays e’ un po troppo di moda, ma che ci posso fare?)

  5. comida de mama says

    fabio, sono nelle curve, ma ti dirò in breve:
    non era una mostra stratosferica, di quelle indimenticabili:c’era qualche disegno-foto-maquette di Wright,Steiner e Sullivan nelle prime sale con audiovisivo introduttivo, una bella scelta di modellini di struttura a catena fatti da gaud

  6. dank u wel per i dettagli, in quanto al beurs van berlage lo conosco bene perche tre anni fa piu o meno sono stato a un congresso che si teneva giusto li. tot ziens

  7. ps: il mio edificio organicista preferito del momento sono le torres blancas di saenz de oiza, qui a madrid (se per caso non le hai viste http://www.epdlp.com/saenz.html): e’ un edificio cosi stravagante ed eccessivo che se non ci passassi davanti quasi ogni mattina penserei di averlo visto in arancia meccanica di kubrick!

  8. si disegno industriale è praticamente architettura3… pipperepette nuse ma a me che mi frega della fisica che fo comunicazione? composizione della carta dei manifesti? sistema di funzionamento del web dove sparaflesherò i miei siti? ingiustizie…

  9. comida de mama says

    la fisica, eh la fisica è meno astratta di quanto immagini, non sempre però

  10. comida de mama says

    ma che vor d

  11. comida de mama says

    fabio, fabio, pure l’olandese sai!
    alle tue meravigliose torri che non conoscevo (quanto mi piacerebbe esplorare madrid come sto facendo con amsterdam)rispondo con una stazione dell’autobus alle porte di Amsterdam appena ultimata
    contanto di foto delle fasi di costruzione, in attesa di avere le MIE foto dello stesso posto. la mia amica Priya ha un Apple e i nostri due computer non si capiscono e cos

Get Adobe Flash playerPlugin by wpburn.com wordpress themes