28.06.08

Malintesi

Attirato da diverse segnalazioni, sono finito su 'The End of Theory: The Data Deluge Makes the Scientific Method Obsolete' di Chris Anderson, direttore di Wired e autore di successo con 'The Long Tail'.
Secondo Anderson, l'esplosione quantitativa di dati a disposizione per la ricerca scientifica sta portando ad un cambiamento qualitativo: a breve faremo a meno di costruire modelli complicati della realta', perche' il number crunching ci dira' tutto quello che vogliamo sapere.

Questa tesi mi pare una discreta stupidaggine.

Primo: l'idea che in giro ci sia questa manna di dati non corrisponde del tutto al vero. Accanto ai petabytes di informazioni creati da genomics, proteomics e whatevernomics, la scarsita' di dati e' un problema di settori non marginali della ricerca. Primo esempio che mi viene in mente: abbiamo trattato centinaia di migliaia, forse milioni, di pazienti con la radioterapia e non abbiamo i dati per validare modelli semplici di dose-risposta per i tessuti tumorali.

Secondo: se/quando c'e' abbondanza di dati, e' doveroso farsi domande sulla loro qualita'. Come sono stati generati? Che situazioni riguardano? Li possiamo mettere insieme o stiamo confrontando mele e pere? Sembra banale, ma e' un problema vero.

Terzo: molta scienza attuale, soprattutto quando non e' scienza dura, e' a forte rischio di scambiare la correlazione statistica con la relazione causale. Non mi pare il caso di rinforzare questo equivoco.

Quarto, e forse piu' importante: i modelli sono necessari, adesso ed in futuro, non tanto/non solo perche' fittano i dati esistenti, ma perche' permetto di prevedere fenomeni che non si sono ancora verificati. Da un punto di vista qualitativo, il modello e' il modo della scienza per soddisfare un'esigenza profonda dell'essere umano, i.e. trovare/ipotizzare una spiegazione piu' generale possibile a cio' che lo circonda.
Da un punto di vista quantitativo, il valore predittivo di un modello e' non solo la prova del nove, ma una delle qualita' che rendono il metodo scientifico interessante ed unico.
Con buona pace di Chris Anderson.
Cosė scrisse Marco il 28.06.08 21:49