13.02.08

Free and open press @Harvard

La facolta' di Art and Sciences (FAS) di Harvard ha deciso che d'ora in poi rendera' disponibile a titolo gratuito la produzione scientifica del suo corpo accademico.

Harvard will take advantage of the license by hosting FAS faculty members’ scholarly articles in an open-access repository, making them available worldwide for free. The faculty member will retain the copyright of the article, subject to the University’s license. The repository contents can be made widely available to the public through such search engines such as Google Scholar. Faculty members may request a waiver of the license for particular articles where this is preferable.
La decisione, che crea un precedente significativo, e' un modo per affrontare i problemi di circolazione del sapere di cui si discute da tempo in ambito scientifico ed e' in linea con altre indicazioni, per esemprio il mandato del Congresso USA per cui i risultati di progetti finanziati dal National Institute of Health dovranno essere resi liberamente disponibili tramite PubMedCentral.

Sara' interessante vedere come altre istituzioni risponderanno alla decisione di Harvard e in che direzione si muoveranno le case editrici di letteratura scientifica, che hanno bisogno di uno scatto di inventiva per garantirsi un futuro.
Per quanto non sia un esperto in materia, penso che la possibilita' di far soldi con l'editoria scientifica rimanga, ma il business deve adattarsi all'idea che non e' piu' periodo di vacche grasse. Chi in futuro chiedera' soldoni per la pubblicazione di materiale scientifico dovra' davvero fornire un valore aggiunto. O almeno questa e' la (mia) speranza.
Così scrisse Marco il 13.02.08 17:42