I privilegi di chi lavora nell’hi-tech

Ovvero, del come tra le ragioni per le ottime condizioni degli acquisti online ci sia anche la vitaccia di molti lavoratori, non solo in Cina ma anche negli Stati Uniti.

Ecco il reportage di una giornalista che qualche mese fa ha lavorato in un grande centro smistamento merce (probabilmente si trattava di un fulfillment center di Amazon). Il pezzo non è facile da digerire per chi, come me, è da anni cliente soddisfatto di Amazon, che presenta qui la sua posizione ufficiale sulle condizioni dei lavoratori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>